Quello di Giovanna Marinuzzi è un nome che la musica italiana conosce bene da anni e che indipendentemente da Francesaco De Gregori ha una storia importante nel mondo cantautorale del Paese. Non di successo e notorietà, parliamo, ma di un ruolo in un Paese che aveva nel Folkstudio uno dei locali di riferimento per la musica italiana e internazionale. Il suo nome è tornato d'attualità, però, pochi giorni fa, quando la cantante ha presentato una versione bossanova di "Niente da capire", una delle canzoni più famose e amate del canzoniere di De Gregori.

La censura di Niente da capire

Quella Giovanna di cui il cantante si ricordava, appunto, era proprio lei, protagonista di quel mondo e che col cantautore romano ebbe una relazione. "Però Giovanna io me la ricordo, ma è un ricordo che vale dieci lire" e "Però Giovanna è stata la migliore, ma è un ricordo che vale dieci lire" sono le due volte che il nome della cantante torna nella canzone contenuta in "Rimmel". Inizialmente, però, il secondo verso non avrebbe dovuto essere "ma è un ricordo che vale dieci lire" bensì "Giovanna è stata la migliore, faceva dei giochetti da impazzire". Un verso che non passò però la censura dell'epoca della RCA, l'etichetta che stava pubblicando "Rimmel". De Gregori cambiò quel verso e oggi nella mente di tutti sono rimaste quelle dieci lire, che nel loro gusto retrò mantengono comunque una forza enorme nell'immaginario di chi ama quel brano. Il singolo uscì nel 1974 e sul lato B aveva un altro capolavoro di De Gregori, forse meno conosciuto del suo lato A, ma comunque una canzone tra le più belle mai scritte dal cantautore: "Bene".

L'esclusione a The Voice Senior

Giovanna Marinuzzi è una cantante che viene da una famiglia d'arte, che a un certo punto si innamora della musica brasiliana e dopo il periodo passato a esibirsi al Folkstudio (il locale in cui suonava sia Bob Dylan che la crema del cantautorato italiano) in Brasile ci andò proprio per approfondire la Bossanova e riportando in Italia un bel pezzo di quelle canzoni, cantate in portoghese o rivisitate in italiano, contribuendo senza dubbio alla diffusione del genere anche nel nostro Paese. E non è un caso che proprio a The Voice Senior, il programma condotto da Antonella Clerici e in onda su Rai1, abbia proposto una versione bossa del brano. Purtroppo nessuno tra i giudici si è girato, portando anche Gigi D'Alessio (con al squadra al completo) a "sgridare" Clementino per non averla scelta. Ovviamente Marinuzzi ha cantato la versione originale del brano, prima di duettare con Loredana Bertè in una versione a due tra italiano e portoghese di "Jazz".

Il testo di Niente da capire

Le stelle sono tante
Milioni di milioni
La luce dei lampioni si riflette sulla strada lucida
Seduto o non seduto faccio sempre la mia parte
Con l'anima in riserva e il cuore che non parte
Però Giovanna io me la ricordo
Ma è un ricordo che vale dieci lire
E non c'è niente da capire.
Mia moglie ha molti uomini
Ognuno è una scommessa
Perduta la mattina nello specchio del caffè
Io amo le sue rughe ma lei non lo capisce
Ha un cuore da fornaio e forse mi tradisce
Però Giovanna è stata la migliore
Ma è un ricordo che vale dieci lire
E non c'è niente da capire.
Se tu fossi di ghiaccio ed io fossi di neve
Che freddo amore mio pensaci bene far l'amore
è giusto quel che dici ma i tuoi calci fanno male
Io non ti invidio niente e non ho niente di speciale
Ma se i tuoi occhi fossero ciliegie
Io non ci troverei niente da dire
E non c'è niente da capire.
È troppo tempo amore
Che noi giochiamo a scacchi
Mi dicono che stai vincendo e ridono da matti
Ma io non lo sapevo che era una partita
Posso dartela vinta e tenermi la mia vita
Però se un giorno tornerai da queste parti
Riportami i miei occhi e il tuo fucile
E non c'è niente da capire.