Alla fine, dopo gli indizi, l'annuncio, le prove, il litigio, le polemiche, la conferenza stampa, Gigi D'Alessio e Nino D'Angelo sono saliti sul palco assieme per lo spettacolo "Figli di un Re Minore". Oltre due ore e mezza di musica, per i due figli artistici di Mario Merola, il "Re minore" a cui fanno riferimento nel titolo di uno spettacolo che li ha visti per la prima volta assieme sullo stesso palco a dividersi spazio e canzoni, a gestire una platea ampia e l'amore incondizionato che i fan provano per loro, nemici giurati per la vulgata popolare che da anni si autoalimenta e neo amici con qualche passaggio ancora da rodare, soprattutto se è vero che lo spettacolo napoletano prenderà il volo facendo il giro del mondo.

Gadget, tatuaggi e le canzoni

Ma cosa ne pensa il pubblico dei due cantanti, che per la prima volta è stato riunito per cantare le canzoni di entrambi? Coincidono? Vivono la dualità? Se ne fregano? Tendenzialmente se ne fregano della dualità che li ha seguiti per anni, anzi vogliono godersi questo momento magico, questa prima volta e lo fanno portandosi appresso tutto l'armamentario, dai tatuaggi ai gadget (magliette con su stampata la foto assieme ai propri idoli) fino, ovviamente ai loro testi preferiti, cantati senza remore a favore di telecamera, in attesa di poterlo fare in quella location stupenda che è l'Arena Flegrea di Napoli, sulle gradinate, guardando il palco diviso dal famoso fossato, dove i due cantanti si sarebbero esibiti da lì a poco.

I fan e il litigio

Varie generazioni a confronto con una passione comune: "Sono qui per Gigi, perché è romantico, mi ricorda la prima volta che sono uscita con mio marito" dice una fan. C'è chi viene da fuori Regione, chi ha accompagnato "la mamma e la suocera" e chi parla del litigio: "Stavano facendo una grande sciocchezza e stavamo litigando anche noi per loro" dice una fan, mentre altre dicono che è importante litigare "perché si rafforza il rapporto"; "Avevamo paura che il concerto non si facesse più a causa del litigio, poi fortunatamente si sono riappacificati" spiegano altri fan ma il vanto più grande è che entrambi rappresentano Napoli nel mondo: "Sono due persone umili, viva la pace tra loro, speriamo abbiano fatto pace".