11 Maggio 2016
13:42

Gianluca Grignani e le crisi d’ansia: “Chiedo scusa ai miei figli, mi prendo una pausa”

Gianluca Grignani ha rilasciato un’intervista a Vanity Fair, il giorno prima di essere ricoverato per via di un attacco di panico. L’artista aveva parlato dei suoi problemi con l’ansia e aveva chiesto scusa ai suoi quattro figli, per non essere un padre come gli altri. In queste ore, Grignani ha annunciato di volersi fermare per un po’.
A cura di D.S.

Gianluca Grignani ha rilasciato un'intervista a Vanity Fair il giorno prima del suo ricovero dovuto, secondo quanto comunicato dal suo staff, ad un attacco di panico. Nel corso della chiacchierata con la testata, l'artista aveva parlato dei suoi problemi di ansia, tornando con la mente ad un episodio verificatosi nel 2014.

Grignani era stato arrestato dopo aver dato in escandescenza. Rammentando quell'episodio, ha commentato: "Venivo da due anni difficili. Era nato Giona, il nostro quarto bambino, e io facevo fatica. Perché dopo tanti anni passati a non credere a nessuno – cicatrici di chi non ha avuto la fortuna di crescere in una famiglia unita – io a Francesca ci credevo. Ma da che ero il centro della sua vita, figlio dopo figlio mi sentivo togliere sempre più attenzioni. Mi sembrava di essere diventato l’ultima priorità, l’ultimo a essere amato. Sapevo che così doveva essere, ma non me ne facevo una ragione. Ero capace di uscire e tornare dopo 15 giorni, solo per mangiare". Ad un certo punto, la moglie non ha retto più e ha deciso di andarsene con i bambini. In quel momento è nato il brano "Una strada in mezzo al cielo".

"Lo ricordo come un incubo. Dopo l’arresto, era sfinita dal circo mediatico. Ha preso i nostri figli e se n’è andata, lasciandomi solo. È durata un niente, ma un niente interminabile. E proprio in quei momenti di dolore ho scritto l’inedito che dà il titolo a questo mio ritorno".

Gianluca Grignani: "I miei figli potranno contare sulla parte migliore di me"

Nei giorni scorsi, Gianluca Grignani è stato ricoverato per via di un attacco di panico. 24 ore prima, aveva raccontato i suoi problemi con l'ansia a Vanity Fair: "L’ansia ha un livello uno, accettabile, e un livello due, che non lo è più. E lì corre con la tachicardia e l’angoscia, ti fa vedere i film, non la trattieni, ovunque tu sia è meglio che esci da quella stanza perché non puoi più rispondere di te. Sono momenti devastanti, ma non permetterò che mi pieghino definitivamente ai farmaci". L'artista ha voluto, poi, chiedere scusa ai suoi figli:

"Per non essere oggi il padre che probabilmente i loro compagni di scuola trovano fuori dal cancello. Comprenderanno però un domani che quello che gli sto insegnando io non tutti i papà possono insegnarlo, e forse allora il gioco sarà valso la candela. Soprattutto, vorrei dire loro che non devono preoccuparsi. Se ci sarà da chiedere un’altra volta perdono, lo farò. Ma, se avranno bisogno, potranno contare sulla parte migliore di me".

Gianluca Grignani: "Mi sono preso del tempo per la mia famiglia"

In queste ore, l'artista ha annunciato di aver deciso di prendersi una pausa, per potersi dedicare alla sua famiglia: "Buongiorno a tutti volevo ringraziarvi per il grande affetto che mi state dimostrando, anche per come state sostenendo il nuovo disco! Mi sono preso del tempo per la mia famiglia, per stare con i miei figli e mia moglie, ma tornerò presto…statene certi! Vi abbraccio G".

Gianluca Grignani: 'Le crisi di panico sono la mia debolezza, ma ne uscirò'
Gianluca Grignani: 'Le crisi di panico sono la mia debolezza, ma ne uscirò'
Dopo la crisi Gianluca Grignani ringrazia Ramazzotti e i 'fratelli' Briga e i Tiromancino
Dopo la crisi Gianluca Grignani ringrazia Ramazzotti e i 'fratelli' Briga e i Tiromancino
Gianluca Grignani presenta 'Una strada in mezzo al cielo': 'Le rockstar? Non esistono'
Gianluca Grignani presenta 'Una strada in mezzo al cielo': 'Le rockstar? Non esistono'
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni