Nel pomeriggio di oggi, 18 novembre 2019, Matteo Salvini è stato querelato da Ilaria Cucchi, sorella del compianto Stefano che solamente qualche giorno ha ricevuto giustizia dopo anni di lotte per arrivare alla verità sulla sua morte. A supportare l'ennesima battaglia della donna è sceso in campo anche Gemitaiz, mostrando tutta la sua solidarietà tramite il suo profilo Instagram.

La scelta di Ilaria Cucchi

Gemitaiz è senza dubbio uno dei rapper più seguiti nel panorama musicale italiano, le sue parole, quindi, hanno sicuramente un peso, come la scelta di condividere l'ulteriore battaglia di Ilaria Cucchi, stavolta non più nei confronti della magistratura e della giustizia tardiva, quanto di un ex rappresentante dello Stato come Matteo Salvini. La sorella del geometra brutalmente pestato in seguito ad un arresto dieci anni fa, nel pomeriggio di oggi, 18 novembre 2019, ha deciso di querelare Matteo Salvini  in seguito alle affermazioni inopportune rilasciate dopo l'arrivo della sentenza. L'ex premier, infatti, aveva dichiarato di essere vicino alla famiglia Cucchi, ma che la vicenda di cui è stato vittima Stefano rappresenta un chiaro segnale che "la droga fa male". Dopo aver eseguito un'attenta valutazione, Ilaria Cucchi ha scritto un lungo post su Facebook, nel quale spiega le motivazioni che l'hanno spinta a querelare Salvini: "Il signor Matteo Salvini non può giocare sul corpo di Stefano Cucchi non posso consentirglielo" . 

Le parole di Gemitaiz

Il cantante, in una story su Instagram, ha ripreso proprio l'incipit del lungo messaggio riportato sul social network, scrivendo: "Il signor Matteo Salvini non rappresenta nessuno che abbia un cuore. Forza Ilaria". Una frase a sostegno non solo della volontà di una donna che ha lottato fino all'ultimo minuto per ottenere giustizia, ma una frase che si scaglia contro un sistema e un modo di pensare, quello propugnato da Matteo Salvini, che ha fomentato odio e paura.