Francesco gabbani in Pachidermi e pappagalli (via Youtube)
in foto: Francesco gabbani in Pachidermi e pappagalli (via Youtube)

È "Pachidermi e Pappagalli" il nuovo singolo di Francesco Gabbani, vincitore dell'ultimo Festival di Sanremo con "Occidentali's Karma", uno dei maggiori tormentoni di questi ultimi anni e di "Tra le granite e le granate", anch'essa a sua volta un successo. Gabbani è una delle sorprese della musica italiana di questi ultimi due anni, dove prima si è aggiudicato la kermesse sanremese nella categoria "Nuove proposte e poi, primo nella storia del Festival, bissando l'anno successivo, contro tutti i pronostici iniziali, che davano Fiorella Mannoia come favorita.

Il successo di "Occidentali's Karma" e "Tra le granite e le granate"

Eppure "Occidentali's karma" e una gestione sorprendente della resa scenica col famoso balletto col gorilla hanno dato una spinta in più al cantante di Carrara, che si è ritrovato vincitore e tra i favoriti anche del successivo "Eurovision Song Contest", prima di spendersi una carta difficile come quella del secondo singolo, estivo, con la scelta caduta su quella che a sua volta è diventata una delle hit dell'estate appena trascorsa, "Tra le granite e le granate" che più volte è risultata tra le canzoni più amate dalle radio italiane.

Il significato di Pachidermi e pappagalli

Passato il momento caldo, in ogni senso, Gabbani è tornato con una canzone che mantiene quelle che sono le caratteristiche del cantante, ovvero una sonorità allegra per un testo con un messaggio più impegnato. In realtà un messaggio che prende un po' in giro le dietrologie e i complottismi:

È un brano ironico sul tema del complottismo, che racconta l’esigenza di avere sempre una teoria su qualcosa, fuggendo dalla realtà attraverso fantasiose cospirazioni, fatte di luoghi comuni e dietrologie. E’ una canzone dove la fuga è da intendersi come una ricerca di quello che potrebbe essere definito un nuovo credo religioso, che è il luogo comune. L’uomo ha la necessità di credere in qualcosa e spesso lo trova nelle tante, troppe, falsità di Internet. E’ una fuga da un certo tipo di cultura, attuata per provare ad essere anticonformisti, ma diventando così più conformisti dei conformisti.