È passato un mese dalla prima sfida del Red Bull SoundClash che ha visto affrontarsi Carl Brave e Frah Quintale. Da oggi è disponibile il documentario "Red Bull SoundClash: Frah Quintale vs Carl Brave, una sfida live mai vista prima" che in 12 minuti cerca di far provare anche a chi non c'era quello che è avvenuto al Palapartenope di Napoli. Un riassunto dell'evento, tra estratti di brani dal vivo, immagini dal backstage degli artisti, preparazione dello show e interviste per assaporare la tensione e l'adrenalina del clash: "E' la prima volta del SoundClash, che è un format che arriva dalla Jamaica e si trasforma in due palchi e non due soundsystem, in una città cosi caratterizzata da un punto di vista culturale come Napoli, con due artisti che sono partiti dal rap… per arrivare a fare pop in italiano, quindi ne esce una sfida ultracontemporanea dal punto di vista della line up e in un contesto completamente unico ed irripetibile" ha detto il direttore artistico Carlo Pastore.

Chi ha vinto il Red Bull SoundClash

La sfida ha visto Frah Quintale primeggiare su Carl Brave davanti a circa 3500 persone per oltre 2ore di show condotto da Ema Stokholma e aperto dal dj set di Rossella The Essence. Un riscaldamento in cui i due cantanti si sono esibiti nei loro pezzi più famosi, poi la sfida vera e propria con canzoni completate dall'avversario, ricantate in un genere differente e soprattutto le sfide con gli ospiti.

Gli ospiti di Frah Quintale e Carl Brave

Sul palco partenopeo, infatti, sono saliti anche artisti come Mahmood e Coez per Frah e Francesca Michielin, Shablo e Max Gazzè per Carl Brave. Il finale è stato, invece, un duetto in cui i due artisti hanno cantato "Chapeau", a dimostrazione che in fondo l'unica vincitrice possibile non poteva che essere la musica, appunto.