Doveva essere una serata votata la metal quella del Knotfest Mexico in Messico, che aveva come headliner gli Slipknot, ma si è tramutata in sommossa. Il concerto della band e quello degli Evanescence, che avevano il compito di aprire, è stato cancellato a seguito di problemi alle barriere di sicurezza, dando il la a una serie di atti di vandalismo da parte del pubblico che non ha accolto con favore lo stop della serata. Durante il set dei Behemoth, infatti, erano state danneggiate le barriere di sicurezza che separano il pubblico dal palco su cui si esibiscono le band e aveva creato problemi proprio alla band. Gli organizzatori non erano riusciti a porre rimedio alla situazione nonostante numerosi tentativi e per cause legate alla sicurezza erano stati costretti a cancellare il resto della serata.

Distrutti gli strumenti degli Evanescence

"A causa di circostanze impreviste gli Slipknot non hanno potuto esibirsi al Knotfest. Le barriere di sicurezza sono diventate un problema e per la sicurezza dei fan è stato deciso che neé gli Slipknot né gli Evanescence potessero salire sul palco.. Avremmo voluto salire sul palco oggi – ha scritto la band – ma purtroppo si è presentata una situazione spiacevole sul palco dove sono stati distrutti o danneggiati che erano necessari per suonare. Siamo veramente dispiaciuti che non abbiamo potuto esibirci, ma la sicurezza dei nostri fan e della nostra comunità è la nostra priorità". Subito dopo l'annuncio della cancellazione, infatti, come mostra un video si vedono alcuni fan invadere il palco, tirare giù la batteria degli Evanescence e bruciarla nell'area antistante.

La rabbia del batterista degli Evanescence

Non l'ha presa benissimo il batterista degli Evanescence Will Hunt che in un post su Instagram, postando un video della devastazione, ha criticato quei pochi che hanno distrutto la strumentazione: "Amiamo il Messico e i fan sono veramente incredibili. La rivolta che è successa è stata creata da un piccolo gruppo di coglioni e non cambierà in alcun modo il mio amore per i messicani, però un paio di cose per quelli che hanno partecipato: ‘Avete mai partecipato a una vera rivolta? Cioè, se dovete farlo fatelo bene e distruggete tutto, caz*o. Quello che avete fatto, teste di caz*o è stato stupido e inutile, proprio come voi, seconda cosa, visto che dovevate distruggere la mia amata batteria, che significava molto per me, almeno potevate cucinarvi sopra della carne o dei marshmellow, fancu*o bastardi dilettanti".

View this post on Instagram

So, a lot of questions about this. First and foremost everyone is ok. We love Mexico and as a whole the fans are incredible. The riot that happened was a small group of morons and they WILL NOT change my love for the Mexican people or our fans in Mexico. As for the rest of it, here are my (somewhat comical) take aways. 1st- Do you even riot bruh?! I mean, hell, if you’re gonna do it, REALLY do it!! Burn the whole fuckin’ thing down!!! What you pack of pu@$ies did was weak and stupid- JUST LIKE YOU. 2nd. If you’re gonna torch my beautiful @pearl_drums kit that meant the world to me (second video), at least cook some meat or marshmallows over the fire!! Fuckin’ weak ass pu@$y AMATEURS!! Again- weak and stupid JUST LIKE YOU. And 3rd- to the kind worker trying to clean up the mess- before you cart off my still smoldering kit (third video and because it used to rock so hard it’s still on fire!!) you should probably make sure the embers are out because IT CAUGHT BACK ON FIRE SMOKEY!!! So there ya go……… Moral of the story is don’t half ass anything…… least of which, your fucking riot, which again was WEAK AND STUPID JUST LIKE YOU FUCKING MORONS….

A post shared by Will Hunt (@willhuntinc) on