Come volevasi dimostrare ogni cosa che fa Chiara Ferragni viene messa arbitrariamente sotto accusa, dalla bottiglina d'acqua alle scarpe, dai viaggi per il mondo ad altre iniziative, ragion per cui non stupisce che la sua vita agli Uffizi di Firenze sia stata accolta con tono polemico da parte dell'urlante popolo dei social. Da quando sono state pubblicate le foto che vedono l'influencer più famosa del mondo sola nelle stanze dell'iconico museo fiorentino, i più si sono scatenati nel sentenziare sulla vicenda. A scendere in campo per difendere la sua compagna è proprio Fedez, che stanco dei continui insulti sbotta su Twitter.

Fedez difende Chiara Ferragni

Il cantante, visibilmente spazientito dal consueto attacco che il web rivolge a Chiara Ferragni, nell'esternare il suo dissenso nei confronti di un atteggiamento aprioristicamente aggressivo, mette a paragone una situazione simile che vede un volto noto dello spettacolo associato ad un'istituzione culturale molto importante, e talvolta elogiato ed osannato con quanto è accaduto in queste ultime ore a sua moglie. Questo è quanto scrive il rapper milanese: "Video musicale (bellissimo tra l’altro) di Mahmood girato all’interno del museo Egizio:OK Chiara Ferragni agli Uffizi: SCANDALO Ma allora dite semplicemente che vi sta sui coglioni a prescindere e pace fatta". Un esempio chiaro, lineare, il cui intento è far comprendere quanto l'attacco sia rivolto non al progetto che non viene mai né menzionato, né contestato, ma sia indirizzato proprio alla persona della Ferragni. Davanti ad una continua e martellante battaglia mediatica, non resta che arrendersi davanti all'evidenza, secondo il cantante, che siano insulti mirati e dettati dalla poca tolleranza verso un determinato personaggio, in questo caso Chiara Ferragni.

La polemica nata su Twitter

Come forse era prevedibile, le immagini di Chiara Ferragni agli Uffizi hanno fatto parecchio discutere il web. Su Twitter in particolare, l'hashtag #Ferragni  è diventato virale. Gli utenti, come sempre,  sono divisi tra chi trova l'iniziativa interessante e chi è pronto a criticarla. Dal momento che gli scatti rientrano in un progetto realizzato da Vogue Hong Kong, per incentivare gli eventi culturali nella metropoli, contestualizzando il progetto, non sorprende che una testata di questo calibro decida di promuovere progetti di questo genere. In fondo, da sempre sostiene la creatività in tutte le sue inclinazioni, con uno sguardo rivolto al sociale e all'arte, nel senso più ampio del termine. D'altro canto però, c'è chi sostiene che l'arte italiana non abbia bisogno di "marchette" per promuoversi. Ad ogni modo, quel che è certo è che la partnership di una galleria d'arte con un personaggio da oltre 20 milioni di follower su Instagram è qualcosa che ancora non molti non sono pronti ad accettare. Ma forse, potrebbe aprire la strada ad un nuovo modo di pubblicizzare e promuovere la cultura. È di questa idea l'ex-Sottosegretario alle Infrastrutture e trasporti Michele Dell'Orco, che twitta:

Ma magari tutti gli influencer facessero collaborazioni per attirare visitatori nei musei e nei centri culturali. I balletti di Vacchi ok, ma la #Ferragni agli #Uffizi no? Cmq pure questo chiacchericcio fa parte della pubblicità. Bene cosi.