La morte di Ezio Bosso, avvenuta lo scorso maggio, è stata una delle notizie più brutte per la musica italiana in questo 2020. Il musicista e direttore d'orchestra, da anni malato di una malattia degenerativa, che col tempo lo ha portato alla morte, era riuscito a ritagliarsi uno spazio importante e dopo l'apparizione al Festival di Sanremo, voluto da Carlo Conti, anche a trovare una popolarità più ampia. Col tempo, infatti, Bosso aveva portato la musica classica anche all'orecchio di chi aveva meno confidenza con questo mondo. Prima di intraprendere questa carriera, quando era ancora ragazzo, però, Bosso è stato tra i protagonisti della scena Ska torinese, e aveva anche fatto parte degli Statuto, storia band ska italiana. Per tutti quelli che gravitavano attorno a quel mondo, infatti, era prima di essere Ezio Bosso il compositore e direttore d'orchestra, era Xico, il bassista della band.

La canzone scritta per Bosso

Lo era anche per Oscar Giammarinaro, meglio conosciuto come oSKAr, leader della storica band mod torinese, appunto. Ed è stato proprio il cantante a spiegare, in questi giorni, che gli piacerebbe riportare un po' di Bosso sul palco del Festival di Sanremo, e di farlo con una canzone che aveva scritto per lui, per festeggiarne il compleanno: "L’anno scorso avevo scritto una canzone per “Xico”, (questo il soprannome affettuoso con il quale i Mods di piazza Statuto hanno sempre chiamato Bosso), come regalo per il suo compleanno, a lui era piaciuta molto, al punto che avevo pensato di proporla al Festival di Sanremo. Ezio mi disse che se il brano fosse stato scelto, avrebbe diretto e arrangiato lui stesso l’orchestra. A maggio però, Xico ci ha lasciati e la canzone è rimasta lì, come una nostra foto, bella e struggente nello stesso tempo".

Oscar Giammarinaro con Ezio Bosso
in foto: Oscar Giammarinaro con Ezio Bosso

La candidatura a Sanremo 2021

Per questo Giammarinaro ha pensato che il palco dell'Ariston potesse essere il luogo giusto per riportare un po' di Bosso al pubblico. Il brano è stato solo in parte modificato, rispetto all'originale, riempiendosi anche – col consenso della famiglia – di alcune parole che lo stesso Bosso aveva detto in una delle sue ultime interviste in tv: "Ho voluto solo fare un’aggiunta al ritornello, in cui con il consenso della famiglia ho anche inserito una parte di testo preso da ciò che Ezio disse nella sua ultima intervista televisiva prima di lasciarci". Il brano si avvale della collaborazione di Mimmo Paganelli e la produzione di Pietro Foresti: "Non mi aspetto nulla, conclude Oscar, la mia candidatura arriva assieme a decine di Big, nomi altisonanti e artisti di grandissima visibilità. Credo tuttavia che rinunciare non sarebbe giusto, prima di tutto nei confronti di Ezio, che proprio con l’esibizione sul palco dell’Ariston è entrato nel cuore di tutti gli Italiani".