Eurovision Song Contest 2022
13 Maggio 2022
11:55

Vincitori Eurovision Song Contest, tutte le vittorie italiane da Gigliola Cinquetti ai Maneskin

Tutti i vincitori dell’Eurovision Song Contest, quante volte gli italiani si sono aggiudicati il premio e quale nazione ha vinto più volte in assoluto.
A cura di Valeria Morini
I Maneskin vincono l’Eurovision (LaPresse)
I Maneskin vincono l’Eurovision (LaPresse)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Eurovision Song Contest 2022

Sabato 14 maggio 2022 è in programma la finalissima dell'Eurovision Song Contest dopo la vittoria dei Maneskin nell'ultima edizione. La vittoria dei Maneskin è stata la terza per l'Italia nella storia del festival musicale: la prima volta risale al 1964 a Copenaghen, quando fu Gigliola Cinquetti con "Non ho l'età" ad aggiudicarsi la vittoria. Nel 1990, a Zagabria, fu invece Toto Cutugno a vincere con "Insieme". Quest'anno a giocarsi la vittoria ci sono Blanco e Mahmood con "Brividi", canzone che ha vinto l'ultimo Festival di Sanremo e che è una delle favorite alla vittoria finale.

I vincitori dell'Eurovision dal 1956 a oggi

Ecco tutti i vincitori nella storia del concorso, con anno, Paese vincitore, artista e canzone. Da notare la vittoria ex aequo di ben quattro concorrenti nel 1969 (Finlandia, Norvegia e Svezia si ritirarono per protesta). L'edizione 2020 è stata cancellata a causa della pandemia di Covid-19, mentre l'ultima è stata vinta dai Maneskin. Il Paese che ha vinto più volte in assoluto è l'Irlanda, che ha nel suo palmares sette vittorie di cui tre consecutive (1992, 1993 e 1994).

  • 1956: Svizzera, Lys Assia con Refrain
  •  1957: Paesi Bassi, Corry Brokken con Net als toen
  • 1958: Francia, André Claveau con Dors, mon amour
  • 1959:  Paesi Bassi, Teddy Scholten con Een Beetje
  • 1960: Francia, Jacqueline Boyer con Tom Pillibi
  • 1961: Lussemburgo, Jean-Claude Pascal con Nous les amoureux
  • 1962: Francia, Isabelle Aubret con Un premier amour
  • 1963: Danimarca, Grethe e Jørgen Ingmann con Dansevise
  • 1964: Italia, Gigliola Cinquetti con Non ho l'età (per amarti)
  • 1965: Lussemburgo, France Gall con Poupée de cire, poupée de son
  • 1966: Austria, Udo Jürgens con Merci, Chérie
  • 1967: Regno Unito, Sandie Shaw con Puppet on a String
  • 1968: Spagna, Massiel con La, la, la
  • 1969: Francia, Frida Boccara con Un jour, un enfant / Paesi Bassi, Lenny Kuhr con De troubadour / Regno Unito, Lulu con Boom Bang-a-Bang / Spagna, Salomé con Vivo cantando
  • 1970: Irlanda, Dana con All Kinds of Everything
  • 1971:Principato di Monaco, Séverine con Un banc, un arbre, une rue
  • 1972: Lussemburgo, Vicky Leandros con Après Toi
  • 1973: Lussemburgo, Anne-Marie David con Tu te reconnaîtras
  • 1974:  Svezia, ABBA con Waterloo
  • 1975: Paesi Bassi, Teach-In con Ding-a-dong
  • 1976: Regno Unito, Brotherhood of Man con Save Your Kisses for Me
  • 1977:  Francia, Marie Myriam con L'oiseau et l'enfant
  • 1978: Israele, Izhar Cohen & Alphabeta con A-Ba-Ni-Bi
  • 1979: Israele, Gali Atari e i Milx & Honey con Hallelujah
  • 1980: Irlanda, Johnny Logan con What's Another Year
  • 1981: Regno Unito, Bucks Fizz con Making Your Mind Up
  • 1982: Germania Ovest, Nicole con Ein bißchen Frieden
  • 1983: Lussemburgo, Corinne Hermès con Si la vie est cadeau
  • 1984: Svezia, Herreys con Diggy-Loo Diggy-Ley
  • 1985: Norvegia, Bobbysocks con La det swinge
  • 1986: Belgio, Sandra Kim con J'aime la vie
  • 1987: Irlanda, Johnny Logan con Hold Me Now
  • 1988: Svizzera, Céline Dion con Ne partez pas sans moi
  • 1989: Jugoslavia, Riva con Rock Me
  • 1990: Italia, Toto Cutugno con Insieme: 1992
  • 1991: Svezia, Carola con Fångad av en stormvind
  • 1992: Irlanda, Linda Martin con Why Me?
  • 1993: Irlanda, Niamh Kavanagh con In Your Eyes
  • 1994: Irlanda, Paul Harrington e Charlie McGettigan con Rock ‘n' Roll Kids
  • 1995: Norvegia, Secret Garden con Nocturne
  • 1996: Irlanda, Eimear Quinn con The Voice
  • 1997: Regno Unito, Katrina and the Waves con Love Shine a Light
  • 1998: Israele, Dana International con Diva
  • 1999:  Svezia, Charlotte Nilsson con Take Me to Your Heaven
  • 2000: Danimarca, Olsen Brothers con Fly on the Wings of Love
  • 2001: Estonia, Tanel Padar e Dave Benton con Everybody
  • 2002: Lettonia, Marie N. con I Wanna
  • 2003: Turchia, Sertab Erener con Everyway That I Can
  • 2004: Ucraina, Ruslana con Wild Dances
  • 2005: Grecia, Helena Paparizou con My Number One
  • 2006: Finlandia, Lordi con Hard Rock Hallelujah
  • 2007: Serbia, Marija Šerifović con Molitva
  • 2008: Russia, Dima Bilan con Believe
  • 2009: Norvegia, Alexander Rybak con Fairytale
  • 2010:  Germania, Lena Meyer-Landrut con Satellite
  • 2011: Azerbaigian, Ell & Nikki con Running Scared
  • 2012: Svezia, Loreen con Euphoria
  • 2013: Danimarca, Emmelie de Forest con Only Teardrops
  • 2014: Austria, Conchita Wurst con Rise like a Phoenix
  • 2015: Svezia, Måns Zelmerlöw con Heroes
  • 2016: Ucraina, Jamala con 1944
  • 2017: Portogallo, Salvador Sobral con Amar pelos dois
  • 2018: Israele, Netta con Toy
  • 2019: Paesi Bassi, Duncan Laurence con Arcade
  • 2021: Maneskin
151 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni