Un omaggio a tutte le donne, nel giorno simbolicamente riconosciuto come quello della loro festa, Eros Ramazzotti ha voluto regalare 10.000 mimose a tutte le donne in occasione della Festa della Donna, celebrata sul palco del Mediolanum Forum di Assago, dove è andato in scena il primo dei quattro concerti nella città meneghina. Il live è stato aperto da un videomessaggio di The Circle Italia e Annie Lennox, fondatrice della onlus che opera a livello internazionale. Un gesto simbolico ma significativo, anche in considerazione del fatto che il pubblico di Ramazzotti è, in tutta probabilità a trazione principalmente femminile.

Com'è costruito il palco

È partita da alcune settimane l'avventura del "Vita ce n’è world tour", partito con un doppio sold out a Monaco di Baviera. Molto dettagliato il palco che verrà calcato da Ramazzotti nelle date del tour, come specificato dal comunicato stampa che ne delineava le principali caratteristiche: "Al centro del palco una grande foglia dell’albero, realizzata con una struttura customizzata che ospita uno schermo Flex Led di nuovissima concezione, che si estende anche sul pavimento del palcoscenico, all’interno del quale passano i visual dello show. La gestione dei flussi video avviene attraverso 4 media server con 4 differenti mappature in 4K, e sono poi implementati dei plug in in tempo reale attraverso notch du Disguise D3, una nuova tecnologia mai usata prima in Italia, che permette elaborazioni grafiche molto complesse senza il minimo ritardo nel processo digitale delle immagini".

L'albero della vita

Eros Ramazzotti aveva inoltre descritto così questa avventura, alla vigilia della partenza del tour mondiale: "Ho voluto tornare su questo argomento e portare l’Albero della vita che insieme al DNA che appare all’inizio rappresenta i miei figli, che sono la vera sostanza della vita". Trenta i brani eseguiti sul palco, per i quali ha attinto da una produzione enorme passando per i suoi successi più vecchi – da Musica è a Più bella cosa da Dove c’è musica ad Adesso tu – ai più nuovi. Sul palco insieme a Ramazzotti, otto musicisti d’eccezione e due coristi per una produzione internazionale: Luca Scarpa (Direttore musicale, piano), Giovanni Boscariol (Tastiere), Giorgio Secco Christian Lavoro (Chitarra), Paolo Costa (Basso), e le tre new entry internazionali Corey Sanchez (Chitarra), Eric Moore (Batteria) fenomeno dell’r’n’b e della musica gospel e Scott Paddock (Sassofono), americano celebre per le sue influenze jazz che ha collaborato, tra gli altri, anche con artisti del calibro di Natalie Cole, Jackson Browne, Ray Charles. Ad accompagnare la voce di Eros, Monica Hill e Giorgia Galassi (Cori).