Enrico Medail è morto domenica 10 aprile all'età di 78 anni, come confermato anche da Andrea Satta dei Tetes de Bois sul suo profilo Facebook. Medail era poco conosciuto al grande pubblico, ma è a lui che si devono alcune delle più importanti traduzioni in italiano dei cantautori francesi, soprattutto delle poesie in musica di Leo Ferrè, uno dei maggiori musicisti d'oltralpe che anche in Italia grazie all'attenzione di alcuni gruppi (come quello di Satta, ma anche i Baustelle, per esempio) ha trovato una seconda patria anche tra i più giovani. È stato lui, infatti, il primo traduttore del cantautore francese e nel 1977 incise ‘Né Dio né padrone', composta da 10 pezzi proprio di Ferrè tradotti da lui stesso, il quale aveva anche curato i 9 brani che composero il disco Leo Ferrè in italiano che il cantautore francese pubblicò nel 1972.

Il ricordo di Andrea Satta dei Tetes de Bois

E i Tetes de Bois erano tra i maggiori artisti italiani che hanno reso omaggio, con vari album, a Ferrè e spesso avevano mantenuto le traduzioni di Medail, sia con Extra, appunto, che con il vecchio ‘Ferré, l'amore e la rivolta'. Su Facebook, quindi, Satta ha voluto ricordarlo così:

E' morto Enrico Medail, autore di bellissime versioni di canzoni di Leo e altri grandi artisti francesi di quella stagione. Nel nostro recente disco "Extra" tutto dedicato a un Ferrè in italiano con Giuseppe Gennari decidemmo di lasciare la bellissima "Tu non dici mai niente" di Enrico e di non tentare una nuova strada nel restituirla all'italiano tanto ci appariva struggente …

La stima di Bianconi dei Baustelle

Tra gli estimatori italiani di Ferrè e di Medail c'è anche Francesco Bianconi, leader dei Baustelle il quale nel suo ultimo Roma Live!, un album in cui ripercorreva il loro ultimo tour, aggiungendoci alcune cover tra cui ‘Col tempo' (‘Avec le temps') nella traduzione, immutata, di Medail. nella presentazione dell'album lo stesso Bianconi scrisse che mentre lui ed Enrico Gabrielli avevano lavorato all'arrangiamento, ‘L'adattamento del testo, magnifico, è di Enrico Medail' e in un'intervista disse:

L’altra [traduzione, ndr] l’ha fatta Enrico Medail, una vecchia traduzione in italiano di Col Tempo che poi è rimasta quella tradizionale, molto ben fatta. Tra l’altro tradurre Leo Ferré non è compito facile, è stato bravo.