25 CONDIVISIONI

Emis Killa: “Non chiamatemi cattivo maestro” (INTERVISTA)

Ieri il rapper di Vimercate è stato protagonista di una lunga live session a Napoli. Fanpage lo ha intervistato: con lui abbiamo parlato del disco d’oro digitale per il singolo pro-Emilia “Se il mondo fosse” e dei progetti per la prossima stagione.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Maura Corrado
25 CONDIVISIONI
Immagine

Non chiamatelo “cattivo maestro”. Nel rapporto con i fan Emis Killa – all’anagrafe Emiliano Giambelli – preferisce vestire i panni del fratello maggiore e sa bene che musica e solidarietà vanno spesso a braccetto. E’ di pochi giorni fa, infatti, la notizia del disco d’oro digitale per il singolo “Se il mondo fosse” (inciso con Club Dogo, Marracash e J-Ax), il cui ricavato servirà a ricostruire l'Istituto Superiore Galileo Galilei di Mirandola, una delle località più colpite dal terremoto in Emilia Romagna. Ieri Emis Killa si è stato protagonista di una lunga live session a Napoli, nel Tim store di piazza Vanvitelli, organizzata da Tim Young e Mtv: il rapper di Vimercate ha fatto cantare e ballare centinaia di giovanissimi fan sulle note dei suoi successi, da “Il peggiore” a “Cashwoman” passando per “Dietro Front”, hit dell’estate 2012 cantata in coppia con un altro big del rap italiano, Fabri Fibra. Fanpage lo ha intervistato prima dello show. Con lui abbiamo parlato, tra le altre cose, dei progetti in cantiere per la prossima stagione. I fan dovranno avere un po’ di pazienza: in cima all’elenco dei programmi per l’autunno c’è infatti… tanto (meritato) riposo, dopo mesi di tournée e di promozione del fortunatissimo album “L’erba cattiva”.

25 CONDIVISIONI
Emis Killa è il Best Italian Act degli Mtv Ema 2012
Emis Killa è il Best Italian Act degli Mtv Ema 2012
Emis Killa, citato da Fedez per l'arresto di Shiva, lo attacca: "Togliti il mio nome dalla bocca"
Emis Killa, citato da Fedez per l'arresto di Shiva, lo attacca: "Togliti il mio nome dalla bocca"
Emis Killa dopo il concerto cancellato a Ladispoli: "Anche non permettermi di lavorare è violenza"
Emis Killa dopo il concerto cancellato a Ladispoli: "Anche non permettermi di lavorare è violenza"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views