Ieri senzatetto, oggi con un contratto milionario con una major. E tutto grazie ai social network. La storia di Emily Zamourka, la senzatetto che canta Giacomo Puccini nella metropolitana di Los Angeles, è diventata una vera e propria favola. Ripresa e pubblicata in rete da un poliziotto, la performance ha fatto il giro del mondo ed ha attirato l'attenzione di giornali, media e soprattutto discografici, che hanno sentito il profumo di storia "verità" e di investimento a ritorno sicuro. Così, l'artista di strada rimasta senzatetto dopo una malattia, ora si ritrova un contratto per incidere un disco e fare una serie di eventi prestigiosi.

La storia di Emily Zamourka

Ad offrirle un contratto è stato Joel Diamond, produttore nominato già due volte ai Grammy Awards. L'invito è arrivato alla fine della sua esibizione nel distretto di Little Italy, voluta dal consigliere di Los Angeles Joe Buscaino. Una storia triste quella di Emily Zamourka che, inondata di debiti, si è ritrovata a lavorare per i ristoranti suonando il suo violino. Quando lo strumento le fu rubato, perse l'ultima fonte di sostentamento. Rivela la Zamourka:

Se il poliziotto non fosse stato lì quel giorno io non sarei qui. Non sentirei dire tutte queste belle cose di me. Sono davvero grata a tutti coloro che vorranno aiutarmi ad andare via dalla strada, ritrovare una casa e il mio strumento.

Senza quel video, che ha fatto milioni di visualizzazioni in tutto il mondo, ripreso da numerosi media, non ci sarebbe stato alcun lieto fine per la senzatetto che viveva tra mille difficoltà ma che non lasciava mai da parte la sua grande passione per la musica. Senza quel poliziotto, in quella stazione della metropolitana, nessuno avrebbe conosciuto il nome di Emily Zamourka e la sua fantastica storia.