Sir Elton John è stato costretto ad abbandonare il palco nel mezzo del suo concerto. È successo ad Auckland, in Nuova Zelanda, allo Smart Stadium. Dopo la sedicesima canzone delle 25 in scaletta, "Candle in the wind", Elton John si accascia sul pianoforte e non trattiene le lacrime: "Scusate, non sto bene, sono veramente dispiaciuto". Dopo aver incassato l'applauso lascia il palco per tornare solo dopo otto minuti. Il cantante lotta da tempo contro una polmonite atipica. Avrebbe dovuto cantare "Daniel", subito dopo "Candle in the wind", ma la sua voce non ha retto.

Il ritorno otto minuti più tardi

"La mia voce è partita". Ritorna sul palco dopo otto lunghi minuti con un cambio d'abito con la canzone "Levon". Elton John però ha completato lo show a fatica, presentandolo in forma ridotta. Quella di ieri notte, è stata la prima di tre tappe a Auckland. Il concerto di questa sera, nonostante le sue condizioni, non è stato annullato. Elton John combatte da tempo con una polmonite atipica.

Che cos'è la polmonite atipica

La polmonite atipica è una infezione causata da un batterio che attacca principalmente le vie respiratorie. Quali sono le caratteristiche che definiscono questo tipo di malattia come "atipica"? In primo luogo, sono meno frequenti delle polmoniti tipiche. Hanno generalmente un decorso subacuto e causano spesso un interessamento sistemico multiorganico. Inoltre, non rispondono agli antibiotici beta-lattamici. Tranne in alcuni casi, la polmonite atipica è più lieve rispetto a quella classica, da un punto di vista sintomatologico. Per questo, è una malattia che ha un basso rischio di complicazioni rispettoa alla comune forma di polmonite. In Inghilterra, è nota anche come ‘walking pneumonia', ovvero ‘polmonite che permette al paziente di camminare'. E nel caso di Elton John, di suonare e cantare.