Uno dei cantautori più noti nel panorama musicale, a livello internazionale, è senza dubbio Ed Sheeran. Il cantante inglese, con milioni di fan sparsi in tutto il mondo, ha rilasciato delle dichiarazioni a dir poco spiazzanti di cui, forse, nemmeno i seguaci più accaniti erano a conoscenza, ma che rientrano in un passato recente, dal momento che sono cose relative ad almeno cinque anni fa.

Gli attacchi di panico

Il cantante racconta durante un convegno online sull'ansia e il benessere di aver sofferto di attacchi di panico quando era proprio agli inizi della sua carriera e si accingeva ad essere un personaggio famoso. In concomitanza con il primo tour mondiale del 2014-2015, Ed Sheeran ha iniziato a manifestare queste problematiche e per stordirsi e non farsi sopraffare dall'ansia, beveva a dismisura fino ad addormentarsi: “Volevo rimanere sveglio e bere tutta la notte e poi dormire sull’autobus. Facevo lo spettacolo, bevevo di nuovo e crollavo completamente ubriaco: non ho visto la luce del sole forse per quattro mesi". 

Non solo dipendente dall'alcol

Dipendenza da alcol, ma non solo, in quel periodo infatti Ed Sheraan aveva iniziato ad assumere anche sostanze stupefacenti che lo aiutavano nei momenti in cui tendeva a farsi contagiare dalla tristezza, "non ero dipendente solo dall'alcol ma anche lo zucchero, le cose dolci, il cibo spazzatura e la cocaina"; ha dichiarato il cantante durante il convegno.

La pausa dalla musica

Ma grazie all'aiuto di sua moglie, Cherry, finalmente è riuscito dopo questo periodo buio a rialzarsi e ad uscire da questo circolo vizioso: "Lei si allena molto e così un giorno ho iniziato a correre con lei. Cherry mangia in modo abbastanza sano e non beve, è bastato fare come lei" ha affermato il cantante. Nel frattempo, però, dopo anni di musica ininterrottamente ha deciso di prendersi una pausa, dedicarsi alle sue passioni, come la pittura e nello spiegare questa sua decisione ha aggiunto: "a giudicare dall’accoglienza dell’ultimo album No. 6 Collaborations Project, anche il pubblico aveva bisogno di una pausa, puoi percepire quando il pubblico comincia a pensare di averne avuto abbastanza". Non lo vedremo per un po', quindi, sulla scena musicale, ma questo senza dubbio non è un addio, semplicemente un momento per ricalibrare le energie spese in questi anni.