È scomparso nelle ultime ore, a 79 anni Ronnie Hanson, il primo dj a parlare su Radio Deejay. Dopo aver trasmesso solamente musica dalla sua nascita, avvenuta il primo febbraio 1982 su idea di Claudio Cecchetto, Ronnie Hanson condusse un programma in lingua inglese, dopo essere arrivato alcuni anni prima in Italia. Sdoganata la prima conduzione in radio da Hanson, in programmazione entrò un altro giovane Dj, Gerry Scotti, che in collaborazione con Daniele Milani, incominciò una nuova trasmissione radiofonica.

La prima conduzione radiofonica

È scomparsa una voce storica di Radio Deejay: è morto il primo conduttore della radio nata nel 1982 Ronnie Hanson all'età di 79 anni. L'uomo era stato il primo a condurre una trasmissione sulla radio nata dall'idea di Claudio Cecchetto, che aveva trasmesso solamente musica dalla sua nascita. A renderlo noto è stato il radio conduttore Franco Lazzari, rimasto a stretto contatto con il dj britannico. Dopo il decesso sono arrivati i ricordi, il primo da parte del direttore artistico della radio Linus, con un post su Instagram: "Stamattina ho avuto per tutto il tempo una brutta sensazione, come un pensiero fastidioso che non mi permetteva di concentrarmi. Pensavo di essere stanco, di essere distratto da tutti i problemi di questi giorni. Poi appena finito è arrivata la notizia che il vecchio Ronnie era volato via. La maggior parte di voi non può ricordarselo, ma è stata la prima voce di Radio Deejay. Prima di Gerry, prima di Albertino, prima di me ovviamente".

Il ricordo di Savino

Al ricordo si è unito anche Nicola Savino, cresciuto con la sua voce a Radio Deejay: "La prima voce che ho sentito a Radio Deejay è stata la tua. Avevo 15 anni, mi sembravi un marziano, un missile che andava a 1000 all’ora. Poi ho lavorato con te come fonico negli anni più belli della mia vita, quelli della giovinezza. Quante risate, quanti scherzi che mi facevi! Rispettoso, sensibile, artista vero. Intonavi tutto con il tuo orecchio assoluto, era sempre una ‘controvoce', un coro, una assonanza. Curioso e interessato alle lingue, ai dialetti, alle parole e alle barzellette, mi hai insegnato perfino il milanese! The crazy inglese, the man, the myth, the legend, the one and only RONNY HANSON!"