3.898 CONDIVISIONI
26 Febbraio 2014
09:42

È morto Paco de Lucìa, stroncato da un malore in Messico

Il chitarrista spagnolo Paco de Lucìa è morto questa mattina su una spiaggia del Messico, stroncato da un malore. Era uno dei più grandi musicisti di flamenco.
3.898 CONDIVISIONI

È morto Paco de Lucìa questa mattina su una spiaggia del Messico, stroncato da un malore. Il chitarrista si trovava in vacanza con i suoi familiari, aveva 66 anni ed era universalmente riconosciuto come uno dei più grandi chitarristi di flamenco. Nato ad Algeciras, nella Spagna andalusa, da Lucìa Gomez ed Antonio Sanchez, è praticamente cresciuto nella cultura del flamento sin da piccolo e all'età di cinque anni già suonava la chitarra, grazie agli insegnamenti del padre e di suo fratello Ramon. Ad 11 anni abbandona la scuola dedicandosi completamente allo studio della chitarra, tre anni dopo forma un duetto con il fratello Pepe riuscendo già a vincere premi in competizioni locali. Nel 1962 partirà per gli Stati Uniti ed il suo successo sarà sempre crescente.

Il sodalizio con Al di Meola e McLaughlin lo porterà, oltre ad un'avventura umana entusiasmante, a quello che sarà il suo più grande successo commerciale, "Friday Night in San Francisco", album che ad oggi ha venduto oltre 5 milioni di copie. Era il 1980 e quel trio si riunirà tredici anni dopo per "The Guitar Trio". Paco de Lucìa è cresciuto artisticamente con Camarón de la Isla, con il quale dal 1968 ha inciso ben 29 album arrivando a suonare il 18 febbraio 1977 al Teatro Real di Madrid, un luogo dove prima di allora nessun chitarrista di flamenco si era mai esibito.

 

3.898 CONDIVISIONI
"Entre dos Aguas", una delle migliori rumba di Paco de Lucìa
703 di antofox
Algeciras dice addio a Paco de Lucia, il genio del flamenco
Algeciras dice addio a Paco de Lucia, il genio del flamenco
402 di Cronaca
Paco De Lucia, il chitarrista che ha creato il fenomeno flamenco
Paco De Lucia, il chitarrista che ha creato il fenomeno flamenco
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni