40 CONDIVISIONI

È apparso un inedito di Sinéad O’Connor in una serie BBC: racconta la perdita di un figlio

Un inedito di Sinéad O’Connor è apparso nell’ultima puntata della serie tv BBC The Woman in The Wall: il titolo è The Magdalene song.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Vincenzo Nasto
40 CONDIVISIONI
Sinèad O'Connor, via Getty Images
Sinèad O'Connor, via Getty Images

The Magdalene song è il titolo dell'inedito di Sinéad O'Connor, rivelato nelle scorse ore nell'episodio finale della serie tv BBC The Woman in The Wall, Il brano, concesso dalla cantante alla BBC negli scorsi mesi, racconta il dolore di due delle più intense esperienze umane vissute dalla cantante, scomparsa lo scorso 26 luglio a Londra. Il brano, infatti, fotografa il dolore di una madre per la perdita del figlio, ma anche l'esperienza in un campo di lavoro per giovani madri. Un'immagine che sembra sovrapporsi alla storia raccontata nella serie tv della BBC che raffigura le Magdalene Laundries of Ireland, istituzioni gestite da ordini cattolici romani tra il XVIII secolo e gli anni '90 che sono state paragonate a campi di lavoro per giovani madri.

La storia raccontata dal produttore

Una storia che sembra riprendere la timeline di proteste della cantante negli scorsi decenni, quando aveva denunciato gli abusi della chiesa cattolica in Irlanda. A immortalare le emozioni vissute nella registrazione del brano da parte di O'Connor c'era il suo produttore nei suoi ultimi anni di vita, il musicista di Belfast David Holmes, che nell'intervista al Guardian ha rivelato: "La prima metà del brano è assolutamente straziante, e la seconda metà è pura sfida. Ho ridotto la canzone alla sola voce di Sinéad e poi ho lasciato che tutta la sua potenza entrasse nella seconda strofa. È incredibile come il significato della canzone si sia unito a questa storia".

Il brano legato alla sua esperienza adolescenziale

Lo stesso Holmes ha raccontato il rapporto tra i produttori della serie e l'autrice irlandese: "Sinéad ha autorizzato l'utilizzo del brano prima ancora che iniziassero le riprese, e quando i produttori l'hanno ascoltato sono rimasti stupiti dall'idea di avere qualcosa di così forte". Un racconto così vivido e preciso, dovuto anche al passato della giovane cantante, che a soli 15 anni, dopo esser stata sorpresa a taccheggiare nella sua città, era stata mandata in un'istituto simile a quello rappresentato nella serie tv della BBC.

Le teorie sull'arrivo del primo album postumo

Holmes ha anche commentato la notizia sul primo album postumo della cantante a otto anni di distanza da I'm not bossy, I'm the boss. Come anticipato dalla nota dello scorso 29 luglio da parte dei suoi manager Kenneth e Carl Papenfus, in cui veniva rivelato che O'Connor stava completando il suo nuovo album per il tour del 2024, Holmes ha accennato all'arrivo di No Veteran Dies Alone. Il titolo dell'album sarebbe stato ispirato dal lavoro di beneficenza che la cantante irlandese aveva svolto con i veterani americani negli ultimi anni.

40 CONDIVISIONI
Cosa sappiamo della morte di Sinéad O'Connor, la Polizia: "Non sarà trattata come sospetta"
Cosa sappiamo della morte di Sinéad O'Connor, la Polizia: "Non sarà trattata come sospetta"
"Sinéad O'Connor tra dolore e disperazione" ha detto Bob Geldof che l'aveva sentita prima che morisse
"Sinéad O'Connor tra dolore e disperazione" ha detto Bob Geldof che l'aveva sentita prima che morisse
Sinead O'Connor nell'ultimo messaggio: "Senza mio figlio sono persa, l'unico che mi abbia amata"
Sinead O'Connor nell'ultimo messaggio: "Senza mio figlio sono persa, l'unico che mi abbia amata"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views