Con oltre un miliardo di streaming su Spotify, due Grammy Awards e tre Brit Awards portati a casa, Dua Lipa è una delle artiste emergenti più in voga sul panorama musicale pop. Difficilmente la star britannica finisce al centro di polemiche sui social, ma questa volta ad infastidire alcuni dei suoi follower sarebbe stato un tweet che le è costata l'accusa di "nazionalismo estremo". Una mappa dell'area geografica che gli albanesi considerano la loro terra, una "Grande Albania", come scrive la cantante, che è originaria del Kosovo. In questa regione sarebbero inclusi una parte del Montenegro, della Macedonia, della Grecia e, appunto, il Kossovo. Le accuse che diversi follower le hanno rivolto è di aver utilizzato proprio lo stesso simbolo che sta a cuore ai nazionalisti albanesi. "Au • toc • to • no,  aggettivo (di un abitante di un luogo) indigeno o discendente di migranti e coloni", scrive Dua Lipa.

Dua Lipa risponde alle polemiche su Twitter

Se da un lato c'è chi definisce il suo intento "nazista" e "fascista" lanciando l'hashtag #cancelDuaLipa e parlando di "vittimismo albanese", molti follower si sono mostrati pronti a supportare la sua causa. Al centro della questione c'è il sentimento degli albanesi che rivendicano l'appartenenza a quelle regioni, nonostante siano stati cacciati e oppressi nel corso dei conflitti balcanici. Oggi il Kosovo è un Paese riconosciuto dalla maggior parte dei Paesi europei, indipendente dal 2008, ma non per la Serbia, che lo aveva annesso al suo regno, o per la Russia. Pochi giorni prima Dua Lipa aveva lanciato una petizione indirizzata ad Apple, perché il Kosovo è ancora assente dalle sue mappe. Una causa supportata anche da Rita Ora, come lei originaria di Pristina, capitale kosovara. Dua Lipa ha voluto smarcarsi dalle polemiche, spiegandosi le sue intenzioni su un altro tweet:

Il mio post di prima non aveva alcuna intenzione di incitare l’odio. Mi rende triste e arrabbiata che sia stato del tutto frainteso da gruppi o individui che promuovono il separatismo etnico, una cosa che rigetto completamente. Ogni volta che scrivo un post sul Kossovo, il mio feed impazzisce, anche se è qualcosa di gioioso riguardo al cibo o alla musica e trovo resistenza rispetto all’idea di un’autentica cultura kosovara.

Meritiamo tutti di essere fieri delle nostre origini etniche e del luogo da cui proveniamo. Voglio solo che il mio paese sia rappresentato su una cartina e riuscire a parlare con orgoglio e gioia delle mie origine albanesi e della mia terra natale. Incoraggio chiunque voglia accogliere la sua eredità, incoraggio ad ascoltare e imparare uno dall’altro. Pace, amore e rispetto a tutti. Dua.

Dua Lipa è originaria del Kosovo

Nata nel 1995 a Londra, nel quartiere di Hampstead, Dua Lipa ha trascorso diversi anni in Kosovo, il paese originario della sua famiglia. Rimarrà lì fino all'adolescenza, fino a quando un'amica di famiglia la convince a tornare in Gran Bretagna per provare la carriera da cantante. Così lascia i Balcani, conservando inizialmente un forte disagio per il suo nome "Dua Lipa", che in albanese significa amore. Il suo primo tatuaggio, tra l'altro, risale al 2015 ed è la scritta "Sunny Hill", un omaggio al Kosovo. La cantante ha anche dato vita al "Sunny Hill Festival", una manifestazione musicale che ogni anno organizza a scopo benefico a Pristina, insieme al padre Dukagjin Lipa.