Erminio Sinni ha vinto la prima edizione di The Voice Senior, il talent rinfrescato grazie ad Antonella Clerici e ai giudici Loredana Bertè, Gigi D'Alessio, Clementino e Al Bano e Jasmine Carrisi. Nato come uno dei vari talent per giovani talenti, è diventato un modo per dare una nuova possibilità a cantanti over 60, e la scelta è stata premiata con ottimi ascolti. Cantanti con storie belle alle spalle, a volte agrodolci, proprio come nel caso del vincitore, che oltre ad aver partecipato a Sanremo, ad aver collaborato con Cocciante ha in repertorio una canzone molto conosciuta e suonata nei pianobar di tutto il mondo, "E tu davanti a me" con una versione argentina da quasi un milione di stream.

Erminio Sinni a Sanremo

La vittoria a The Voice Senior porterà Sinni a esibirsi al Capodanno di Rai1 condotto da Amadeus, ringraziato anche durante la diretta della finale. Ma non sarebbe male che la Rai riuscisse a portare Sinni anche sul palco del Festival di Sanremo. Il programma è stato un successo, forse inaspettato per molti: si è capito che l'unione tra vecchie glorie, un racconto vero e senza i fronzoli (a differenza di quello che talvolta capita tra i giovani), la carriera solida di alcuni di loro è stato un mix vincente, se unito anche alla conduzione e al giusto mix dei giudici. Valorizzare il programma, dare senso ai 4 milioni che in media lo hanno seguito in queste settimane potrebbe essere il giusto coronamento di questa storia bella: "Io ci tornerei a piedi. Chi non vorrebbe tornare a Sanremo? Anche perché dopo tanti anni di porte chiuse in faccia, trovarla spalancata sarebbe un'occasione imperdibile" ha detto a Fanpage.

La storia di Erminio Sinni

Sinni scrive, tra gli altri, per Paola Turci, e nel 1993 arriva al quinto posto al Festival di Sanremo tra le nuove proposte (dove era stato già come autore nel 1989 per "Tutti i cuori sensibili"), in un'annata che vede vincere Laura Pausini con "La solitudine", ma anche la partecipazione di un giovanissimo Nek e Gerardina Trovato. La carriera di Sinni però non decolla, anche se la coda lunga di alcuni suoi brani non si spegne e arriva fino in Sud America, dove le sue canzoni vengono ancora suonate e fanno da colonna sonora ad alcune soap. Il suo arrivo sul palco di Rai1 è diventato in breve tempo virale, grazie alla scena in cui Gigi D'Alessio si gira assieme agli altri giudici e spiega a tutti la storia di Sinni, col suo successo che da locale si fa nazionale. Una storia con un lieto fine e una vittoria importante davanti a Elena Ferretti.

Il successo di E tu davanti a me

Come nacque il successo di "E tu davanti a me" lo ha spiegato lo stesso Sinni a Fanpage.it: "Tutto nasce grazie a uno speaker di Radio Kiss Kiss, che ricevuto il disco del '93 dopo la mia partecipazione a Sanremo, lo ascoltò tutto e sentì questa canzone. Da quel momento iniziò a passare spesso la canzone in radio e, a cascata, finì su tutte le altre emittenti a grande richiesta, da Crc, Radio Marte, Club 91. Fu un fenomeno prima radiofonico limitato alla Campania, che poi grazie ai pianisti di pianobar si è trasformato in un grande evergreen di genere. Quando andavo a suonare, la canzone arrivava prima di me". Quella però è rimasta l'unica canzone veramente di successo del cantante, che ha spiegato di non avere avuto mai più spinta dalle radio, forse anche per la sua incapacità di promuoversi. Erminio Sinni a Sanremo ancora una volta. Sarebbe un bel momento di tv e il giusto coronamento di una storia tornata prepotentemente viva.