Il Covid-19 ha solo frenato un poco la corsa di Diodato che potrà considerare questo 2020 come un anno di svolta. Il cantante, infatti, dopo aver vinto il Festival di Sanremo con "Fai Rumore" e i David di Donatello, ha anche portato a casa il Premio per la migliore canzone ai Nastri d'Argento. Diodato, infatti, ha vinto, con la canzone “Che vita meravigliosa” – che ha fatto da colonna sonora al film di Ferzan Ozpetek "La Dea fortuna – nella categoria miglior canzone originale. Per il cantante di Taranto è non solo il suggello a un anno che per adesso si è confermato oltre ogni aspettativa, ma anche un record. È il primo artista, infatti, ad aver portato a casa questi tre premi nello stesso anno.

Il tour estivo di Diodato

Insomma, se da una parte il cantante si è trovato a dover affrontare le difficoltà del Covid-19 che gli hanno impedito per il momento di cogliere appieno i frutti di queste vittorie, dall'altro c'è che il suo nome rimarrà comunque scritto nella storia della Musica italiana. E dopo qualche mese Diodato è anche tornato a calcare i palchi: sabato scorso, infatti, il cantante ha dato ufficialmente il via al suo tour che si chiama, non a caso, "Concerti di un'altra estate", che sono descritti come "appuntamenti inediti, nel segno di un nuovo dialogo musicale fuori programma che vedono l’artista suonare dal vivo in alcuni posti straordinari, nel rispetto delle regole attuali".

Il concerto in Val d'Aosta

Iniziare questo tour da questa terra, quella in cui sono nato, con un concerto a duemila metri, con i piedi sull’erba, circondato da montagne d’alberi e dall’affetto, la gioia e l’entusiasmo di mille anime in festa è stato un regalo enorme che questa vita meravigliosa mi ha fatto. Grazie per avermi raggiunto fin qui. Grazie per aver dimostrato a tutti che anche in questo tempo strano sono possibili meraviglie. Grazie al coraggio degli organizzatori, a tutti i professionisti che hanno reso possibile questo evento, a chi ci ha accolti in casa dopo il concerto. Grazie alla mia squadra straordinaria e a mio fratello @rodrigoderasmo che questa estate sarà sul palco con noi. Ci vediamo a Roma, a Tindari, a Taormina e poi a Taranto per fare rumore, finalmente, insieme. #concertidiunaltraestate #unaltraestate

A post shared by Diodato (@diodatomusic) on

Il 4 luglio, quindi, il cantante ha dato il via alla stagione live con un concerto che si è tenuto a Saint-Barthélemy, in Valle d’Aosta, a 2 mila metri di altitudine: Iniziare questo tour da questa terra, quella in cui sono nato, con un concerto a duemila metri, con i piedi sull’erba, circondato da montagne d’alberi e dall’affetto, la gioia e l’entusiasmo di mille anime in festa è stato un regalo enorme che questa vita meravigliosa mi ha fatto. Grazie per avermi raggiunto fin qui. Grazie per aver dimostrato a tutti che anche in questo tempo strano sono possibili meraviglie. Grazie al coraggio degli organizzatori, a tutti i professionisti che hanno reso possibile questo evento, a chi ci ha accolti in casa dopo il concerto. Grazie alla mia squadra straordinaria e a mio fratello @rodrigoderasmo che questa estate sarà sul palco con noi. Ci vediamo a Roma, a Tindari, a Taormina e poi a Taranto per fare rumore, finalmente, insieme". Il tour del cantante prosegue il 25/26/27 luglio alla Cavea – Auditorium Parco della Musica, Roma, il 4 agosto un concerto all’alba all’Indiegeno Fest – Teatro di Tindari (esauriti i biglietti), il 5 agosto al Teatro Antico, Taormina (ME), e il 15 agosto al Cinzella Festival, Grottaglie (TA).