Chi segue le cose musicali si sarà già imbattuto nel nome di Diego Conti, cantante che ha pubblicato, oggi, il video del suo nuovo singolo "Per l'ultima volta" in cui continua il suo percorso di cross pop: la canzone, uscita per per Rusty Records/Richveel (edizioni musicali Thaurus Publishing/Rusty Records) è il primo passo del cantante verso l'uscita del suo album d'esordio. Il cantante ha attraversato alcuni di quelli che sono i apssi principali per chi vuole affacciarsi al mondo della discografia italiana, scegliendo, per esempio, di bussare alla porta di X factor, talent a cui ha partecipato nel 2016 nella categoria Under Uomini capitanata da Arisa in X-Factor 10, mentre pochi mesi fa è entrato tra i 24 finalisti di Sanremo Giovani con “3 Gradi”, dopo esser stato selezionato tra 1500 artisti provenienti da tutta Italia, giocandosi un posto per partecipare all'edizione 2019 del Festival di Sanremo.

Che musica fa Diego Conti

La canzone con cui si era presentato era "3 gradi" inclusa, poi, nel suo primo progetto discografico, ovvero l'Ep "Evoluzione". "Per l’ultima volta" – singolo prodotto da Marco Schietroma (a.k.a. Mark Twayne) – presenta l’ineluttabile necessità di raccontare l’ultima volta che è anche l’ultimo bacio, l’ultimo appuntamento, due persone che si guardano negli occhi per salutarsi, per amarsi in una maniera nuova e diversa", come spiega il giovane artista nella nota di presentazione del singolo che si fa pioniere di un genere in cui si mescolano esperienze sonore diverse tra loro "tra bit rap, melodie pop, spirito rock, riferimenti alla musica classica e leggeri accenni di trap", cercando, insomma, di trovare una chiave d'ingresso verso il nuovo pop, quello che, appunto, ormai tende sempre di più a mescolare i generi.

L'incontro con Thaurus

In questa giovane, ma intensa carriera, Conti ha anche collaborato con alcuni dei protagonisti della scena musicale italiana, e in occasione di un suo opening-act del “Dentro e fuori live tour” di Tormento, incontra Dj Shablo e Giovanni Valle di Thaurus Publishing, con cui comincia a collaborare e che lo mettono in contatto con Clementino, registrando le chitarre di “Quando sono lontano” e “Ragazzi fuori”, entrambi in gara al Festival e successivamente collaborando alla scrittura e alle chitarre di "Deserto".