Foo Fighters (Getty Images)
in foto: Foo Fighters (Getty Images)

Scherza Dave Grohl che ieri è stato costretto a cancellare due concerti canadesi a causa di un calo di voce, lo stesso motivo che aveva costretto Bono Vox degli U2 a scendere dal palco di Berlino e rinviare quella che era la seconda data del loro tour europeo. E proprio la vicinanza con il problema di Bono e la somiglianza della causa ha portato il cantante dei Foo Fighters ed ex Nirvana a scherzare: "È l'ultima volta che me ne vado in giro con Bono", si legge nel comunicato stampa con cui la band americana ha annunciato il rinvio dei due concerti: "I Foo Fighters hanno dovuto rimandare i due concerti della leg canadese del ‘Concrete and Gold tour' al Rogers Place di Edmonton il 4 settembre e allo Scotiabank Saddledome di Calgary il 6. La nuova data di Edmonton saà il 22 ottobre e quella di Calgary il 23 ottobre".

Il comunicato della band

Dopo gli annunci tecnici, la band ha spiegato i motivi del rinvio delle date: "Dopo aver dato il via a questa parte del tour l'1 settembre alla Safeco Field di Seattle, Dave Grohl ha patito una perdita della voce e adesso è costretto a riposarsi: ‘È l'ultima volta che me ne vado in giro con Bono', ha commentato Grohl" prima di dare info sul rimborso dei biglietti e sul ritorno sul palco che avverrà già l'8 settembre a Vancouver: "I Foo Fighters sono, come sempre, grati per la comprensione e il supporto dei propri fan ovunque e non vedono l'ora di incontrare quelli di Edmonton e Calgary a ottobre".

La reunion con Novoselic dei Nirvana

Un Grohl ironico, quindi, che gioca a distanza con Bono e che nei giorni scorsi aveva dato vita a un piacevole amarcord quando durante il concerto di Seattle, sabato scorso, aveva invitato sul palco Krist Novoselic, bassista dei Nirvana, con cui si era esibito in "Molly's Lips" dei vaselines, una delle canzoni preferite di Kurt Cobain, che dei Nirvana era il leader e che spesso si trovava a suonarla, compresa nella leggendaria John Peel Session del 1990.