1.509 CONDIVISIONI
5 Gennaio 2015
15:47

Pino Daniele, le ultime ore raccontate dal fratello Nello: “Voleva il suo cardiologo a Roma”

Nello Daniele, raggiunto dal Mattino ha raccontato le ultime ore del fratello Pino, dei dolori allo stomaco e i conati di vomito, fino alla decisione di raggiungere il suo cardiologo di fiducia a Roma.
A cura di Francesco Raiola
1.509 CONDIVISIONI

La morte di Pino Daniele è stato un colpo per tutto il mondo della musica italiana. Il cantante è stato, solo pochi giorni fa, il protagonista della notte di Capodanno di Rai Uno a Courmayeur, dove era apparso un po' affaticato, forse anche in seguito a un lungo tour, in cui celebrava il suo capolavoro "Nero a metà", che lo aveva tenuto impegnato in questi ultimi mesi. Era stanco Pino Daniele, ma aveva voluto comunque tenere fede all'impegno di Capodanno, che aveva anticipato, inoltre, uno speciale mandato in onda pochi giorni fa su Rai Uno, in cui il cantante parlava della sua carriera. Lui che è un simbolo della musica napoletana e di Napoli.

Il musicista si è sentito male nella sua casa in Toscana, ma pare che avesse bloccato l'ambulanza che lo stava andando a prenderlo per portarlo in ospedale perché voleva essere curato a Roma, dove opera il suo cardiologo di fiducia. Il Mattino ha ricostruito le ultime ore grazie al fratello Nello Daniele che al telefono ha spiegato che aveva sentito Pino mentre il cantante aveva i primi dolori: "Fatti vedere al pronto soccorso" gli aveva detto, ma si era sentito rispondere: "Passa vedrai, voglio sentire il mio cardiologo", ovvero Achille Garspardone con cui aveva un appuntamento per una coronarografia. Nello Daniele ha raccontato che il fratello era stato colpito da conati di vomito e un dolore al petto ma aveva comunque preferito avviarsi in auto verso Roma, dove è arrivato in serata, in condizioni talmente critiche da portare il Direttore Generale Asl Roma C, Carlo Saitto, a poterne solo constatare il decesso. Con lui, in auto, c'erano la compagna Amanda ed un collaboratore e pare che a metà strada abbiano dovuto fermarsi per cambiare una ruota, ritardando ancora di più i soccorsi. A nulla, poi, sono serviti l'intubazione e la rianimazione cardiorespiratoria.

I funerali, intanto, saranno celebrati, in forma pubblica, mercoledì 7 gennaio a Roma, alle ore 12.00 presso il Santuario della Madonna del Divino Amore a Castel di Leva

1.509 CONDIVISIONI
Nello, fratello di Pino Daniele:
Nello, fratello di Pino Daniele: "Poteva salvarsi, il cardiologo doveva raggiungerlo"
Parla il cardiologo di Pino Daniele:
Parla il cardiologo di Pino Daniele: "La sua vita era appesa a un filo"
La protesta dei fratelli di Pino Daniele:
La protesta dei fratelli di Pino Daniele: "Non andremo ai funerali a Roma"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni