29 Marzo 2022
16:36

Da Fedez a Salmo passando per la Troupe d’Elite ed Ensi: Tanta Roba festeggia i 10 anni dalla nascita

Tanta Roba Label compie dieci anni e festeggia al Combo di Milano con Dj Harsh e Jacopo Pesce, rispettivamente cofondatore con Guè Pequeno e direttore artistico di Island Records Italia.
A cura di Filippo M. Capra

In occasione del decimo compleanno di Tanta Roba Label, l'etichetta indipendente (per usare un termine riduttivo ma comprensibile) fondata da Guè Pequeno e Dj Harsh nel 2011, ha celebrato l'anniversario al Combo di Milano presentando i nuovi progetti, il nuovo logo e ripercorrendo quella che è stata la storia della label fino a oggi. Da Fedez, lanciato da Harsh e Guè ma non citato in conferenza stampa, a Salmo ed Ensi, fino a Madman e Gemitaiz, ad oggi gli unici sotto contratto con l'etichetta.

Dieci anni di Tanta Roba, da Fedez e Salmo a Madman e Gemitaiz

Dopo una prima introduzione prettamente discografica condotta da Jacopo Pesce, direttore artistico di Island Records, sotto etichetta di Universal Music, che ha dato un innegabile quanto prezioso contributo allo sviluppo della musica urban italiana degli ultimi anni, a prendere la parola è stato Dj Harsh che ha affrontato le tematiche artistiche sviluppate nel corso di questo decennio. Dalla pubblicazione per la prima volta nella storia dell'Italia di un disco, Death Usb di Salmo, esclusivamente in digitale, alla firma di totem del rap come Ensi, fino alla crescita individuale e di coppia di Madman e Gemitaiz che hanno letteralmente scalato le classifiche Fimi riscrivendo, in parte, le leggi del mercato. Tanta Roba, come ha ricordato Harsh, ha vissuto la piena evoluzione della musica e del modo di usufruirne.

Etichetta protagonista dell'evoluzione della musica

Da quello che era il caposaldo delle vendite delle copie fisiche (e in seguito anche digitali) all'importanza divenuta centrale dello streaming, su cui – per stessa ammissione del produttore – Jacopo Pesce ha creduto sin da subito. Spazio anche per i momenti nostalgia con la citazione del mitico Borderline di via Mora a Milano che, per chi frequentava gli ambienti, riconosce in una vera istituzione del mondo urban nel quale sono nati processi di marketing all'avanguardia anche se, come spiegato da Harsh con una risata, forse non del tutto legali.

Il flop Troupe d'Elite e l'esplosione di Ernia e Ghali

Dieci anni di successi, tra lavorazioni ufficiali e non, e progetti mai usciti. Mai menzionato, se non in una cartella stampa in cui il suo era l'unico norme di artista non evidenziato dal neretto, Fedez. Che il cantante si sia lasciato male con Tanta Roba e Harsh non è un segreto ed è normale che, parlando di prodotti non ufficiali (Il mio primo disco da venduto era stato messo in freedownload nonostante una produzione da major), Fedez non sia stato citato. Assente dal foglio di presentazione e dalle celebrazioni dell'etichetta anche la Troupe d'Elite degli allora sconosciuti Ghali ed Ernia che, insieme a Maite e Fawzi, avevano dato vita ad una crew giudicata da Harsh "troppo avanti nei tempi".

Il flop di Troupe d'Elite in Tanta Roba, giudicata da Ghali nel 2014 come dovuta a causa dei comportamenti dello stesso Harsh, loro manager, aveva fatto sciogliere il gruppo. Tornati individualmente anni dopo, Ghali e Ernia si sono rivelati per quello che forse già dieci anni fa Tanta Roba vide in loro. Per questo motivo, spiega Harsh, non ci sono rimpianti né problemi con i due artisti. Anzi, il produttore si è detto "contento del loro successo" garantendo di "essere ancora in buoni rapporti con entrambi".

Jacopo Pesce lascia Island Records? Il discografico glissa ma non smentisce

Spazio infine per una domanda a Jacopo Pesce. Il discografico, come riportato da All Music Italia e confermato a Fanpage.it da artisti e altri collaboratori di Island, è in procinto di lasciare la direzione dell'etichetta per dar vita ad una nuova realtà discografica, forse con Shablo. Al suo posto, spiegano alcune fonti a Fanpage.it, dovrebbe subentrare Federico Cirillo, attuale capo A&R di Island. A domanda diretta in conferenza stampa, però, Pesce ha preferito glissare, rifugiandosi dietro al fatto che "non siamo qui per parlare di me ma di Tanta Roba". Pesce, che non ha smentito quindi la notizia, ha comunque assicurato che, indipendentemente dal suo futuro, la collaborazione con la label di Harsh (che ha appena rinnovato la partnership con Universal) continuerà.

10 anni di Francesca Michielin: “Dopo X Factor ho preso molti rischi ma oggi sono più consapevole”
10 anni di Francesca Michielin: “Dopo X Factor ho preso molti rischi ma oggi sono più consapevole”
Melissa Satta sulla separazione da Boateng: "Non puoi forzare una relazione solo per un figlio"
Melissa Satta sulla separazione da Boateng: "Non puoi forzare una relazione solo per un figlio"
Billie Eilish ha avuto il Covid: "Se non mi fossi vaccinata sarei morta"
Billie Eilish ha avuto il Covid: "Se non mi fossi vaccinata sarei morta"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni