Quasi non ci si crede, ma un pezzo storica della musica italiana degli anni '70 perde un pezzo importante. Nick Luciani, infatti, noto per essere quello coi lunghi capelli biondi, ha deciso di abbandonare i Cugini di Campagna, la band formata dai fratelli Ivano e Silvano Michetti nei primi anni '70 e in cui era entrato a metà degli anni '90 restando fino ad ora, in una formazione che in tutti questi anni aveva visto diversi cambiamenti rispetto alla formazione iniziale. È un abbandono polemico quello di Luciani, divenuto ormai, nell'immaginario, un pezzo fondamentale del gruppo autore di successi come "Anima mia" e "Un'altra donna": "Quella magia con la quale era nata negli anni Settanta e su cui si basava, snaturando e facendo scivolare il gruppo sempre di più nel ridicolo sia dal vivo che in tv" ha dichiarato il cantante, come riportato da Repubblica.

Luciani, infatti, avrebbe sottolineato, oltre alla deriva kitsch e ridicola anche la mancanza di preparazione tecnica degli spettacoli che col tempo si sarebbero fatti "sempre più scadenti" a causa anche di "mancanza di collaborazione, prove e allestimento". Un'accusa dura, quella di Luciani, che ha comunicato che, a seguito di questa decisione, continuerà una carriera solista, così da poter portare avanti le sue idee e esigenze interpretative che, continua, i due fratelli Michetti non avrebbero mai preso troppo in conto.