Fuori ora il nuovo video di Eleonora Damizia, "Crisi d'identità". La giovane cantautrice indipendente è in questo caso in triplice veste: regista, sceneggiatrice e interprete dei suoi video . Parla e scrive in 3 lingue, due lauree in Lingue e Letteratura, Eleonora Damizia è da tempo a Londra, dove si esibisce spesso nei Jazz Clubs e nei teatri pià famosi, dal Crazy Coqs al Butterworth Hall. Ama i Beatles e Billie Holiday, Lady Gaga e Lana del Rey, ma dopo quattro singoli in inglese, Eleonora Damizia sentiva l'esigenza di cantare in italiano. "Crisi d'identità", infatti, è il suo primo singolo tutto in italiano.

Il video di "Crisi d'identità"

Interamente girato a Londra, nei caratteristici quartieri di Piccadilly Circus, Camden Town e Mayfair, "Crisi d'identità" mostra anche alcuni dei locali storici per la musica, uno tra questi è l'"Oscar Wilde Lounge", dove David Bowie celebrò il ritiro dalle scene dell'alter ego Ziggy Stardust. Eleonora Damizia ha realizzato il video in maniera assolutamente indipendente: è stata location manager, sceneggiatrice, regista (con Gareth Kay), casting director, autrice, songwriter, coreografa, curando stili e dettagli di ogni attore e comparsa in scena.

Il significato della canzone

La canzone è un dialogo interiore "per uscire da un momento di stasi, di blocco e di confusione", per usare le parole di Eleonora Damizia. Scritta due anni fa, è stata ripresa correggendo qualcosa nella melodia e nel testo. Spronare ad agire, nonostante le paure, è uno dei temi forti della canzone e nonostante i fallimenti. Il fallimento, visto nell'accezione americana, è un passo avanti verso la realizzazione dei propri obiettivi. Provarci sempre, senza mai arrendersi: è anche questo lo straordinario e immenso potere della musica.