L'organizzazione dell'Eurovision prosegue secondo i piani, pur tenendo conto di quelli che sono gli sviluppi europei del Coronavirus. Lo scrive, rispondendo a Fanpage, l'Unione europea di radiodiffusione  (in inglese European Broadcasting Union, abbreviato EBU), ovvero l'ente che associa diversi operatori pubblici e privati del settore della teleradiodiffusione su scala nazionale e che ogni anno organizza, appunto, l'ESC che quest'anno si terrà dal 12 al 16 maggio nei Paesi Bassi. In una nota stampa, infatti, l'EBU specifica che stanno prendendo tutte le precauzioni per quanto riguarda la salute e la sicurezza in linea con le linee guida dell'OMS, l'Organizzazione mondiale della sanità, agenzia speciale dell'ONU per la salute.

L'Eurovision 2020 prosegue

"La Ebu sta monitorando strettamente la situazione pr quanto riguarda la diffusione del Coronavirus e prendendo tutte le precauzioni per quanto riguarda la salute e la sicurezza in linea con le linee guida dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e delle autorità nazionali – si legge nella nota ufficiale -. Continueremo a seguire lo sviluppo in tutta Europa e stiamo contemplando vari possibili scenari insieme alle emittenti dell'Eurovision Song Contest NPO, NOS e AVROTROS. Ad ogni modo è troppo presto per commentare quali potrebbero essere questi scenari dal momento che dipenderanno dallo sviluppo nei prossimi mesi. Per adesso, stiamo continuando con il nostro programma degli eventi a Rotterdam in stretto accordo con le autorità competenti

Diodato rappresenterà l'Italia nei Paesi Bassi

Con la vittoria del festival di Sanremo, Diodato ha vinto anche la possibilità di rappresentare l'Italia durante la competizione. Il cantante salirà sul palco di Rotterdam con "Fai rumore", il brano con cui si è aggiudicato la gara, seguendo il successo di Mahmood del 2019. Intervistato da fanpage.it il cantante ha rivelato: "Sto capendo che è un impegno importante, dovrò andare in giro per l'Europa. Canterò ‘Fai rumore' in italiano, senza aggiungere parti in inglese. Ci sono dei video su Youtube con le reaction degli stranieri: c'è questa gente che ascolta il pezzo e mostra le proprie emozioni, urlano ‘Oh my God', fanno emozionare anche me, onestamente mi sta cominciando a salire un po' di adrenalina".