Torna il Lol Rap di Bello Figo Gu che questa volta punta sull'attualità e dice la sua – si fa per dire – sul Coronavirus, con un brano che si chiama proprio così. Il rapper di "Non pago affitto" e "Pasta col tonno" (sic), infatti, si prende le tendenze di Youtube, schizzando in poche ore in testa ai video più cercati e visti sulla piattaforma video. Il rapper bresciano di origini ghanesi è stato uno dei protagonisti mediatici degli anni scorsi, soprattutto a seguito di uno scontro televisivo con Alessandra Mussolini. Oltre ad aver reso "popolare" il termine SWAG, quella del rapper fu una vera e propria performance provocatoria, con tanto di dab contro la deputata.

Bello Figo rappa il Coronavirus

Questa volta, però, Bello Figo si concentra sul Covid-19, ovvero l'epidemia che nei giorni scorsi si è sviluppata soprattutto nel Nord Italia, portando a quarantene e al blocco di tante attività di intrattenimento come concerti e manifestazioni culturali e sportive, comprese alcune partite di calcio di Serie A. Il rapper, quindi, ha lanciato la sua provocazione, in chiave ironica e LOL, appunto, e giocando soprattutto sull'aspetto sessuale (ma solo per cogliere l'occasione per un rimando al suo ultimo album): "Un sacco di gente mi vogliono ammazzare, ora anche Corone" dice Bello Figo, che sarebbe anche divertente, se non tornasse sui soliti stereotipi del maschio alfa e del "vedere le fighe twerkare".

Bello Figo e il video con l'assalto ai supermercati

In un momento in cui alcuni artisti sono costretti a cancellare date, presentazioni e concerti e altri addirittura hanno deciso di rimandare singoli importanti (come ha fatto Baby K con il suo "Buenos Aires) o addirittura interi album, come ha fatto, invece il rapper romano Mostro, Bello Figo trova il modo per farsi spazio nella paura generale, diventa anche colonna sonora dei servizi di PropagandaLive e cerca di ridere delle paure di questi giorni. Il video, infatti, oltre alla mascherina gioca sulla corsa agli scaffali dei supermercati, senza dimenticare di portarsi a casa un po' di tonno.

Il testo di Coronaovirus

Cazzo, Billy, con Coronavirus si tromba a fatica, eh
‘ca, coronnese virussese, aaah… mi lasci solo un minuto…
Cazzo qua… c'ho paura a facoltà, eh…
Tutti sanno che ho paura

Tutti sanno che ho paura
Ho paura di Coro
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronau
Tutti sanno che ho paura
Ho paura di Coro
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronau

Un sacco di gente in Cina
Sono stati contagiati
Sono stati contagiati
Sono stati contagiatie (uh)
Sono stati contagiatie (Sono stati contagiatie)
Ho paure (ho paure)

Un sacco di gente mi vogliono ammazzare (ammazzare)
Ora anche (ora anche)
Corone (Corone)
Qualcuno mi può (qualcuno mi può)
Aiutare (aiutare)
Io non si più (io non so più)
Come fare (fare)
Non riesco a uscire più di case (più di case)
Non riesco più neanche a baciare (a baciare)
Tutti i miei amici hanno paure (hanno paure)
Tutte le mie fighe hanno paure (hanno paure)

Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus (eeh, aah)
Coronaovirus (eeh)
Abbiamo paure (abbiamo paure)

Noi vogliamo solo trombare (solo trombare)
Vogliamo solo leccare (leccare)
Vedere le fighe twerkare (twerkare)
In discoteca a ballare (ballare)
Figa bianca, culo grosse (culo grosse)
Le mi chiama, papie (papie)

Nuovo diamante sul mio collo (sul mio collo)
Nuovo tatuaggio sul mio petto (tatuaggio sul mio petto)
Cazzo lungo in mutando (lungo in mutando)
Ovunque io vado io faccio

Qualcuno ci può aiutare (ci può aiutare)
Qualcuno può trovar la cure (ci può aiutare)
Qualcuno ci può aiutare (aiutare)
Coronaovirus, eh (coronaovirus, eh)
Erratie(?) (coronaovirus)

Tutti sanno che ho paura
Ho paura di Coro
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronau
Tutti sanno che ho paura
Ho paura di Coro
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronaovirus
Coronau

Aah, trombo a fatica