In un momento di difficoltà la Siae fa sapere di aver deliberato alcuni provvedimenti d'urgenza e altri a medio termine che servono a venire incontro alle esigenze dei suoi associati. Un sostegno a chi ha risentito del blocco totale del settore in queste settimane in cui la pandemia di coronavirus ha praticamente bloccato tutto il settore live e ha portato anche al rinvio di alcune uscite discografiche, per non parlare del fatto che il blocco dei live e della possibilità di assembramenti – come sottolineava anche a Fanpage.it Vincenzo Spera, Presidente di Assomusica – blocca anche i ricavi degli autori.

Fondi speciali per tutelare artisti e addetti del settore

La Siae stima in circa 200 milioni il danno per mancati incassi per il 2020 e per questo ha deciso di intervenire su vari livelli. Il primo è la creazione di un Fondo di solidarietà di emergenza di 500 mila euro per l'acquisto di 2.500 pacchi alimentari che saranno distribuiti, a domicilio, agli associati in condizioni di indigenza e/o di invalidità e/o in precarie condizioni di salute che ne faranno richiesta alla mail fondo.solidarieta@siae.it o ai numeri telefonici 065990.2614-2613-2013-3155.

Un sostegno di 110 milioni

È stato poi istituito un Fondo di sostegno straordinario "in favore degli agenti mandatari della Società (lavoratori autonomi a provvigione) per 4,1 milioni di euro, dei quali 1,6 milioni di euro derivanti dalla rinuncia, per il 2020, al premio di risultato del Direttore generale e di tutti i dirigenti e quadri della Società" e un fondo di sostegno straordinario di 60 milioni di euro per gli associati valido per il 2020 e il 2021, finalizzato a supportare le ripartizioni nei prossimi due anni. La Siae, poi, sta studiando un odo per poter concedere anche dei prestiti pluriennali a tasso zero per gli associati per cui dovrebbero essere messi a disposizione circa 50 milioni di euro. A queste iniziative si somma lo stop "degli interventi di recupero per pagamenti non effettuati nonché delle sanzioni e delle penali per ritardato pagamento e delle sanzioni per altre tipologie di inadempimento (resterà però salvo il diritto della SIAE di valutare eventuali casi di chiaro approfittamento che dovranno comunque essere combattuti)".

"Uno sforzo titanico" per il DG Siae

Complessivamente, dunque, il sostegno sarà di 110 milioni di euro a cui si aggiungono altre iniziative che si possono trovare sul sito della SIAE: "Stiamo facendo uno sforzo titanico a favore dei nostri associati autori ed editori – ha aggiunto il Direttore Generale Gaetano Blandini – Stiamo lavorando anche ad altre ipotesi per massimizzare questo supporto, anche per tutelare i posti di lavoro dei dipendenti e degli agenti mandatari".