Nell'ultima giornata dell'edizione 2020 della Milano Music Week, è andata in onda sul canale YouTube di Intesa Sanpaolo "Dream Hit – The Social Concert". L'evento musicale, organizzato da Doom Entertrainment, aveva lo scopo di sostenere concretamente i lavoratori dello spettacolo, aderendo al fondo "Scena Unita", tra i cui organizzatori figura Fedez. Lo spettacolo ha messo in moto un motore da oltre 150 professionisti in produzione, un'ora e trenta minuti di musica dal vivo, qualcosa a cui non eravamo abituati da tempo.

I numeri del concerto

"Dream Hit – The social concert" è stata la ciliegina sulla torta della Milano Music Week, ultimo evento prima della chiusura. L'organizzazione dell'evento, che si unisce alle iniziativa della "Scena Unita", ha brillato nel concerto finale durato 1 ora e trenta minuti, un ritorno alla musica dal vivo, in streaming sul canale Youtube di Intesa Sanpaolo, che ha finanziato il fondo per altri 300mila euro. A questi si aggiungono anche i 1600 donatori sulla piattaforma di crowfunding del fondo, un risultato entusiasmante che si poggia già sulla raccolta da due milioni di euro presentata da uno dei portavoce, il rapper milanese Fedez. Ma ci sono anche altri numeri dell'iniziativa: dalla conduzione di Wilwoosh, ai 150 professionisti impiegati nella produzione dello spettacolo, una programmazione durata due mesi. Il concerto ha avuto quasi 500mila visualizzazioni nelle prime 24, mentre in diretta ha raggiunto nel suo picco più di 37mila connessioni simultanee, senza dimenticare che il video del concerto su Youtube è stato primo in tendenze sulla piattaforma.

Il social talent

Ma "Dream Hit" non finisce qui, anzi è solo all'inizio. Oltre a esser stato un social concert, è anche un social talent, che ha visto la sua prima puntata negli scorsi giorni, in cui i due giudici Myss Keta e Carl Brave sono stati affiancati a sorpresa dal terzo giudice Boss Doms. La programmazione continuerà per altre quattro puntate, in cui i vincitori della serata saranno seguiti da tutor musicali d'eccezione nella produzione di un brano, che sarà presentato durante la finale che avverrà il prossimo 13 dicembre. Il vincitore potrà firmare un contratto discografico biennale con la Doom Entertrainment.