Il Coachella 2020 è stato ufficialmente cancellato. Dopo una serie di tira e molla, l'evento che doveva svolgersi alla fine di aprile negli Empire Polo Fields in California e originariamente spostato a inizio ottobre dopo la pandemia di coronavirus, è stato definitivamente cancellato. L'edizione 2020 si preannunciava particolarmente ricca: Lady Gaga, Rage Against The Machine, Travis Scott, Frank Ocean.

Una decisione sofferta

"Non è una decisione presa alla leggera" – fa sapere il dr. Cameron Kaiser, colui che ha emesso gli ordini che hanno di fatto costretto gli organizzatori a cancellare l'evento – ma la priorità è tutelare la salute della comunità". La cancellazione del festival è una decisione che impatta su molte persone, lavoratori e non. Il festival, come anticipato, era stato posticipato da aprile a due weekend di ottobre, dal 9 all'11 ottobre e dal 16 al 18 ottobre.

Per capire l'importanza di Coachella nei 20 anni di storia, c'è un documentario molto interessante su Youtube: "Coachella: 20 Years in the Desert". Un documentario che racconta le performance leggendarie, il dietro le quinte e i ragionamenti, gli investimenti e la filosofia che c'è dietro uno dei momenti di aggregazione più importante degli ultimi 20 anni.

Cancellato anche il Lollapalooza 2020

La cancellazione del Coachella arriva con un altro annuncio di un altro grande festival cancellato: il Lollapalooza di Chicago. GLi organizzatori fanno sapere che "avremmo voluto essere a Grant Park quest’anno, ma capiamo che le cose non possono andare avanti come previsto. La salute e la sicurezza dei nostri fan, artisti, partner, personale e community è sempre la nostra massima priorità”. Il Festival si sarebbe dovuto tenere dal 30 luglio al 2 agosto. L'organizzazione ha optato per un live streaming che condensa i set d'archivio del festival comprese le sei edizioni internazionali del Festival.