22 Dicembre 2020
11:55

Valerio Mazzei, dopo TikTok e Youtube tenta la carta della musica: chi è l’autore di 12 luglio

Valerio Mazzei è diventato negli ultimi tre anni uno dei creator italiani più seguiti su Youtube e TikTok, declinando la sua carriera anche nell’attività letteraria col libro scritto a quattro mani con Sespo, “#Valespo”. Nel frattempo ha deciso di seguire il sogno della musica con tre brani nel 2020, tra cui “12 luglio” dedicato alla madre.
A cura di Vincenzo Nasto

Da Youtuber a creator di TikTok, con il sogno della musica da inseguire. Valerio Mazzei ha attraversato gli ultimi tre anni di Youtube Italia riuscendo a raggiungere un pubblico molto vasto, un seguito che sulla piattaforma è arrivato a 1,32 milioni di iscritti. Una fanbase cresciuta attraverso i contenuti quotidiani del 20enne romano, tra scherzi e prove d'abilità, che gli sono serviti per consolidare il suo ruolo all'interno della piattaforma, riuscendo a proporre di tanto in tanto cover di alcuni brani. Il 2020 è stato l'anno giusto per gettarsi seriamente nell'industria musicale con tre singoli: "Mi dispiace tanto", "24 ore" e "12 luglio". Inoltre, negli ultimi mesi si sono rincorse voci sulla propria situazione sentimentale, dopo l'addio alla storica fidanzata Marta Losito, anche lei molto seguita sulla piattaforma cinese di TikTok con 4,3 milioni di fan. Nel frattempo il ragazzo, insieme a Edoardo Esposito, in arte Sespo, ha pubblicato il suo primo progetto editoriale: il libro #Valespo, con il titolo che deriva dal nickname che i due ragazzi assumono quando girano video insieme. Un successo da oltre 100mila copie vendute.

Il primo tentativo con 24 ore

Come Mazzei ha rivelato in molti suoi video su Youtube, il sogno di fare musica è sempre stato uno dei suoi obiettivi, già all'età di sette anni ha cominciato a pubblicare video sulla piattaforma. La poca esperienza e una community di Youtube Italia allora completamente disomogenea, lo convinsero a dedicarsi ad altro fino al 2017, quando insieme a Daniele Montani comincia a pubblicare video prank e challenge, accrescendo di anno in anno la fanbase di supporto. Il 26 marzo scorso, dopo anni di attesa, ha pubblicato il suo primo singolo ufficiale: "24 ore". Il brano, con chiare sonorità r&b diventa una fotografia contemporanea dell'amore giovanile, con il ritornello che racchiude il tema centrale della canzone: "Ci ritroviamo sempre senza mai sapere dove, ma oggi piove col sole, oggi piove col sole, oggi piove col sole e tutto si cancella dopo 24 ore", un continuo riferimento alle limitazioni temporali dei social.

La collaborazione con Luna Melis

A giugno arriva anche la prima collaborazione ufficiale con una ex partecipante al Festival di Sanremo nella categoria Giovani e con un passato a X Factor 12: Luna Melis. La ragazza, che sotto la guida di Manuel Agnelli si era fermata solo in finale contro Anastasio, ha firmato con Mazzei il singolo "Mi dispiace tanto". Il brano, che ha raccolto quasi 1,5 milioni di stream su Spotify, sembra spostarsi a suoni decisamente più pop rispetto al primo brano pubblicato, con alcuni riferimenti nel testo che potrebbero essere indirizzati alla fidanzata storica: Marta Losito. Nel brano Valerio Mazzei canta: "Abbiamo la stessa faccia della paura di chi si odia davvero ma si saluta, tu che per me eri tutto, sì, come nessuna".

Il successo di 12 luglio

Poi arriva il 12 luglio. Nelle settimane precedenti alla data, il ragazzo aveva anticipato sui social che avrebbe pubblicato uno dei brani più intimi che avesse mai dovuto scrivere. Con continui riferimenti alla sua infanzia e all'emotività del brano, Valerio Mazzei ha pubblicato in quel giorno il singolo "12 luglio". La canzone fa riferimento a uno dei momenti più difficili della giovane vita del 20enne romano, quando nel 2011 morì la madre Alessia, e parla di come è sopravvissuto a questa perdita: "L’unica donna che amo sarai sempre tu, la guardavamo assieme ora sono in TV, gli occhi li ho presi da te, ma non ti vedo più". Il brano, che per adesso ha raccolto più di sei milioni su Spotify e quasi nove su Youtube, è stato pubblicato con un video ufficiale in cui si ripercorrono alcune scene dell'infanzia del ragazzo, momenti spensierati che vengono raccolti attraverso le note della canzone e le parole di Valerio Mazzei.

Dalla separazione con Losito al libro #Valespo

Negli ultimi due anni, due avvenimenti hanno acceso i riflettori su Valerio Mazzei, non legati alla musica. Da una parte la divisione tra il ragazzo romano e Marta Losito, creator di TikTok da 4,3 milioni di fan, avvenuta nel settembre 2019. La coppia, tra le più seguite sui social, annunciò pubblicamente di essersi lasciata in maniera consensuale, con i due ragazzi che da allora sono stati inseguiti dai fan per ricevere gossip sui motivi della separazione. Nel frattempo a gennaio 2019, dopo aver collaborato nei video con Sespo per un anno, pubblicati sul canale di entrambi, i due ragazzi decidono di scrivere il racconto della loro vita fino a quel momento. Dai primi passi su Youtube, all'incontro che li ha poi portati a vivere sotto lo stesso tetto. Il libro, intitolato "#Valespo", ovvero il nickname che assumono i due ragazzi per registrare video assieme, è stato in Italia un caso letterario: si stima che le vendite del libro abbiano superato le 100mila copie vendute, raggiungendo il 16° posto tra i libro più venduti in Italia nel 2019.

Il significato di "Lungotevere", dove Roma fa da sfondo all'amore impossibile di Valerio Mazzei
Il significato di "Lungotevere", dove Roma fa da sfondo all'amore impossibile di Valerio Mazzei
Il significato e il testo di Sigaretta (post caffè), Valerio Mazzei e le abitudini in una relazione
Il significato e il testo di Sigaretta (post caffè), Valerio Mazzei e le abitudini in una relazione
Chi è Astol, l'autore di Sangria che dopo Amici e il successo su TikTok pubblica "Spettacolare"
Chi è Astol, l'autore di Sangria che dopo Amici e il successo su TikTok pubblica "Spettacolare"
Gaetano Curreri ha superato l'infarto, gli Stadio informano i fan sulle condizioni di salute
Gaetano Curreri ha superato l'infarto, gli Stadio informano i fan sulle condizioni di salute
Il malore durante un concerto e il ricovero in terapia intensiva
Il malore durante un concerto e il ricovero in terapia intensiva
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni