Patrik Rubino ha deciso di non arrendersi con la musica, un mondo che molte volte gli ha sbattuto la porta in faccia, ma a cui il 22enne non ha mai rinunciato. Nemmeno dopo i tre tentativi per entrare nella scuola di Amici di Maria De Filippi, una possibilità che dal 2016 sembra essere irraggiungibile, come quando venne eliminato la prima volta per far spazio a colui che poi conquisterà il secondo posto: Riki. Nel frattempo però Patrik Rubino ha deciso di reagire, soprattutto nel 2020, quando attraverso la pubblicazione di tre singoli e una massiccia presenza sulla piattaforma cinese di TikTok, sembra aver avuto un importante aumento del pubblico che ascolta i suoi brani. "Ora" è sicuramente, per adesso, il suo brano più apprezzato, in grado di raccogliere più di cinque milioni di stream su Spotify, e di diventare uno dei singoli in tendenza sulla piattaforma cinese.

Il successo di Ora

Il 2020 di Patrik Rubino è stata una delle stagioni più entusiasmanti della carriera del cantautore campano, in grado di pubblicare tre singoli durante tutto l'arco dell'anno, imponendo nel primo lockdown con il successo di "Ora". Il brano, pubblicato lo scorso 6 marzo, fotografa appieno ciò che il ragazzo ha cercato di portare avanti durante la sua carriera musicale, un mix sonoro che va a unire la leggerezza del pianoforte con le melodie ruvide della chitarra elettrica, un concentrato di energia che da vita a una ballata triste. Il racconto di una storia d'amore, spezzata dalla lontananza e dalla solitudine dei due corpi, che Patrick descrive cantando: "Noi siamo forti come pagine una sopra l’altra, parole scritte con l’inchiostro, è ciò che conta, mi sento solo se non chiami me". Solo pochi mesi dopo il successo nazionale del singolo "Ora", Patrik scrive "Okay". Il 15 maggio viene pubblicato il secondo singolo, che continua la narrazione di "Ora", in cui la storia d'amore tra i due protagonisti sembra essersi conclusa, con Patrik che accenna a momenti di malinconia, ricordando gli attimi passati in compagnia della sua partner. Una trilogia che si chiude il 2 ottobre con l'ultimo singolo "Altre mille volte": rispetto ai brani precedenti, il sound più cupo del brano sembra sviluppare una parte ancora più intima della scrittura di Patrik, qualcosa di nuovo e più profondo che si avverte quando canta: "E tu lo sai che non posso stare, così lontano da te mi disintegro a pensare, nel letto, che è peggio di un buco nel petto, tienimi stretto, perché non sono bravo a restare".

Da Amici a Francesco Facchinetti

L'avventura ad Amici di Maria De Filippi di Patrik sembra non aver mai un lieto fine, un rapporto che dal 2016 ha punti di contatto sempre più fitti, ma che non ha ancora dato la possibilità e la visibilità giusta al cantante campano. Come la prima volta nel 2016, quando Patrik tenta di entrare nella scuola di Amici, in un duello che lo vedrà sfidarsi contro uno dei più agguerriti concorrenti di quella edizione: il secondo classificato alla fine, dopo il ballerino Andreas Muller, Riki. Nel 2019, una sorte meno benevola lo costringe a una concorrenza dura già dalla fase di casting, che non riesce a superare. Nel frattempo però il ragazzo decide di studiare alla Camp Academy di Napoli, dove si cimenta nel canto, nella produzione e nel pianoforte. Un miglioramento che lo mette sotto la lente del talent scout Francesco Facchinetti, che con la sua etichetta discografica Hokuto Empire, lo mette sotto contratto. Adesso spetta a lui convincere tutti della sua bontà, come ha fatto quest'anno con "Ora", una delle melodie più ascoltate durante il primo lockdown.