25 Settembre 2016
16:19

Che fine ha fatto il bambino di Nevermind: “È strano, ti senti famoso per nulla”

A 25 anni dalla sua uscita “Nevermind” dei Nirvana resta iconico per la sua musica, ovviamente, ma anche per la sua copertina e in questi giorni so torna a parlare di Spencer Elden, il bambino ritratto nella piscina.

Cosa si potrebbe provare a essere stato uno dei bambini più famosi al mondo, più acquistati e più visti nella Storia della musica mondiale può saperlo solo Spencer Elden, che nel 1991 fu ritratto sulla copertina di quello che è diventato uno degli album simbolo della musica mondiale, ovvero quel "Nevermind" dei Nirvana che ieri ha compiuto 25 anni. Un quarto di secolo per uno degli album più importanti di questi ultimi anni, caratterizzato anche da una copertina che vede un neonato nuotare completamente nudo in una piscina. E a ogni anniversario dell'album di Kurt Cobain, Kris Novoselic e Dave Grohl, i media si chiedono che fine abbia fatto quel bambino che nuotava inconsapevole di essere diventato una star già così piccolo.

La storia della copertina di Nevermind

E, ovviamente, non poteva non tornare la sua storia in occasione del nuovo anniversario, col NY Post che lo ha intervistato chiedendogli un po' che effetto gli faceva sapere di essere stato visto nudo da milioni di persone: "È completamente folle, sarebbe carino avere un contatore per vedere quanta gente abbia visto il mio pisellino". Fu il fotografo Kirk Weddle a chiedere al padre del ragazzo se avesse potuto usarlo per un photoshoot per l'album di una band chiamata Nirvana e lo stesso padre del ragazzo aiutò il fotografo a organizzare il set. La leggenda vuole che fu pagato solo 200 euro per un'immagine ormai simbolo, che ritrae questo bambino in acqua che nuota attorno a una banconota da un dollaro, aggiunta in post produzione.

La vita di Elder

"Guardandomi indietro, penso sia una cosa stupida fare interviste su quella cosa visto che non ci ho niente a che fare, ma con cui ho un sacco a che fare allo stesso tempo. È veramente strano essere una parte così importante del momento di qualcun altro" ha detto in un'intervista, il ragazzo che oggi vive con la madre a Los Angeles, cerca di trovare la sua strada nell'arte e scherza su quel momento: "È incredibile come tutte le persone che hanno avuto a che fare con quell'album abbiamo tantissimi soldi. Mi sento come l'ultimo pezzetto di grunge, vivo con mia madre e guido un'Honda Civic".

"Non ho mai incontrato nessuno"

Tra l'altro Elden non ha mai incontrato nessun membro vivente dei Nirvana e i suoi tentativi di incontrarli non hanno mai avuto successo. Lo stesso Grohl, quando fu interrogato sulla cosa dal sito TMZ spiegò: "Non l'ho mai incontrato, non eravamo là il giorno del photoshoot, quindi non lo conosco. L'ho visto solo su alcune riviste". Ma il ragazzo non è proprio insensibile al successo di quella foto e qualche anno fa portò la Geffen, etichetta che lo pubblicò, in tribunale, senza però ottenere alcunché: "Ho provato a contattare queste persone, ma non ho incontrato nessuno, non ho mai ricevuto una chiamata o una mail. Semplicemente mi sono svegliato facendo già parte di questo progetto enorme. Non è semplice, ti senti famoso per niente, ma non hai mai fatto nulla se non il loro album".

Guardate questa foto, non notate nulla di strano? L'illusione che inganna molti
Guardate questa foto, non notate nulla di strano? L'illusione che inganna molti
1.387 di WebMix
"Ma la tua curiosa fidanzata che fine ha fatto?", la domanda di Costanzo a Manuel Bortuzzo su Lulù
“Temptation Island”: ecco che fine hanno fatto le coppie dell’edizione 2015
“Temptation Island”: ecco che fine hanno fatto le coppie dell’edizione 2015
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni