5 Novembre 2019
13:42

Cesare Cremonini: “Quando è morto mio padre ho capito veramente cosa fosse la paura”

Il 29 novembre Cesare Cremonini festeggerà i suoi 40 anni con il best of “Cremonini 2C2C” in cui saranno presenti anche sei inediti. In un’intervista a vanity fair il cantante, ex Lùnapop, ha parlato anche della morte del padre, lutto che ha dovuto affrontare pochi mesi fa, e che gli ha fatto scoprire il vero significato della paura.
A cura di Redazione Music

Il 29 novembre Cesare Cremonini festeggerà i suoi 40 anni con "Cremonini 2C2C" un Best of molto ricco che comprende, tra le altre cose anche 6 brani inediti e 32 singoli di successo rimasterizzati. Sono passati tanti anni dal successo dei Lùnapop e nel frattempo il cantante è diventato uno degli artisti pop più amati e celebrati, in grado di riempire stadi e cuori. In questi mesi, però, ha anche dovuto affrontare una perdita importante, quella del padre, scomparso lo scorso settembre, un momento che gli ha cambiato completamente la vita, come spiega in un'intervista a Vanity Fair, che gli dedica la copertina di questo mese di uscita del suo album.

Cremonini e il lutto per la morte del padre

"Circa un mese fa ho perso mio padre, e mentre mi occupavo di quelle disgustose faccende che si impossessano del quadro quando se ne va una persona che ami, mi sono distratto totalmente dal mio percorso" ha detto sempre a Vanity Fair il cantante che ha ammesso di aver perso un punto di riferimento importante: "A un tratto mi sono voltato indietro per ricercare la riva, la riva che mi aveva sempre fornito le coordinate per orientarmi e non sono più riuscito a metterla a fuoco. Non c’era più. E con lei i ricordi". È stato anche il momento in cui ha avuto più paura, quando questa parola, ha spiegato, ha assunto un significato diverso da quello che aveva avuto fino ad allora: "Quando è morto mio padre la parola paura ha assunto un significato molto più chiaro rispetto a prima. Dopo tanti anni di autosufficienza emotiva mi sono trovato improvvisamente nella condizione di non avere la più pallida idea di come si affrontasse qualcosa di totalmente nuovo: il lutto. È stata la prima volta negli ultimi venti anni in cui ho avuto davvero paura di qualcosa".

Il cantante e la fidanzata Martina

Cremonini parla anche di come questo sia "a livello globale, sociale e politico" il momento delle donne a cui bisogna riconoscere "non solo la bellezza, ma anche la loro intelligenza e le loro virtù". E a proposito di donne, il cantante ha anche fatto riferimento alla sua fidanzata Martina: "Un mio caro amico, prendendomi in giro, mi aveva provocato: ‘Tu sei molto riservato perché in realtà sei geloso' e io ribattevo con un senso di protezione: ‘Non voglio che qualcuno paghi per i miei errori e che prenda critiche che investirebbero me'. Per verificare l’ipotesi, ho dato retta all’amico. Alla fine però credo sia meglio non mettere fotografie personali sui social.

Grave lutto per Cesare Cremonini, morto il padre Giovanni: "Era un punto di riferimento"
Grave lutto per Cesare Cremonini, morto il padre Giovanni: "Era un punto di riferimento"
186 di Videonews
Quando Cesare Cremonini parlò dell'ictus di suo padre Giovanni: "Pregai per risentire la sua voce"
Quando Cesare Cremonini parlò dell'ictus di suo padre Giovanni: "Pregai per risentire la sua voce"
Grave lutto per Cesare Cremonini: è morto il padre Giovanni, noto e stimato medico
Grave lutto per Cesare Cremonini: è morto il padre Giovanni, noto e stimato medico
Enrico Varriale e i momenti cult in Tv, dalla lite con Zenga al rimprovero di Mazzone
Enrico Varriale e i momenti cult in Tv, dalla lite con Zenga al rimprovero di Mazzone
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni