Cesare Cremonini allo Stadio Dall’Ara di Bologna (Lapresse)
in foto: Cesare Cremonini allo Stadio Dall’Ara di Bologna (Lapresse)

La battaglia ecologista, contro il cambiamento climatico, di Greta Thunberg continua a fare proseliti anche tra i cantanti, dopo alcune polemiche dei giorni scorsi che hanno coinvolto anche alcuni musicisti che si erano soffermati (sic) sull'aspetto della ragazza svedese, affetta dalla sindrome di Asperger. L'ultimo in ordine di tempo a prendere posizione chiara e netta è Cesare Cremonini che se la prende soprattutto con i politici che ironizzavano proprio sulla malattia della ragazza svedese e sul suo profilo Twitter scrive: "Le battute dei politici che ironizzano sui disturbi della mente (in special modo se riguardano una bambina) non dimostrano altro che grave ignoranza sull’argomento e una deriva disumana. Figure politiche, pensatori e artisti che hanno cambiato la storia ne soffrivano".

I cantanti per Greta Thunberg

Quella di Cremonini è solo l'ultima delle  varie prese di posizioni del mondo della musica sull'argomento, un mondo che improvvisamente si è cominciato a muovere sistematicamente anche su argomenti sociali come avvenuto nelle scorse settimane sui migranti). In occasione del Fridays For Future, ovvero la manifestazione che ha riempito le piazze di tutto il mondo di tantissime persone, alcuni artisti hanno voluto mostrare vicinanza alla causa. I Subsonica, ad esempio, hanno scritto: "Rispetto alla straordinaria storia di Greta Thunberg i politici usano frasi del tipo ‘i giovani salveranno il mondo', ‘i giovani sono la speranza del futuro', dimostrando di non aver capito nulla del suo messaggio: agli adulti di oggi è richiesto di agire perché rimangono pochi decenni prima che la prossima generazione non abbia più la possibilità di intervenire per risollevare le sorti del nostro pianeta", mentre Annalisa, postando una foto che la ritrae in un mare limpido ha scritto: "Non so voi ma a me piacerebbe che questi colori rimanessero così come sono. Se insieme ci informiamo, ci interessiamo e abbiamo il coraggio di iniziare ad agire possiamo invertire la rotta sbagliata che abbiamo preso e prenderci finalmente cura del nostro pianeta. E informiamoci bene anche sulle piccole cose che possiamo fare in prima persona, che sono già importanti".

Marco Mengoni ed Elisa su Greta

Marco Megoni, in piedi davanti al mare scrive "Non possiamo risolvere una crisi senza trattarla come una crisi”: insieme a @gretathunberg e ai tanti giovani italiani che oggi saranno in piazza per il nostro futuro. Alziamo la voce, non la temperatura del pianeta!" mentre Elisa ha voluto dedicare a Greta un pezzo del suo concerto, come riporta L'Adige che riporta le parole della cantante durante il concerto di Firenze: "Quando avrete abbattuto l’ultimo albero, quando avrete pescato l’ultimo pesce, quando avrete inquinato l’ultimo fiume, allora vi accorgerete che non si può mangiare il denaro" mentre alle spalle scorrevano foto della ragazza e delle manifestazioni.