Carmen Consoli ha conquistato Cuba grazie a un concerto all'Avana che ha richiamato circa duemila persone. A vedere la cantantessa siciliana, infatti, al Teatro América de l'Havana per la partenza del nuovo tour mondiale "Eco di Sirene – World Tour" (prodotto e organizzato da Francesco Barbaro per OTR) c'erano migliaia di persone, compreso il Presidente delle Repubblica di Cuba, Miguel Diaz Canel, seduto in platea. Per permettere a tutto il pubblico di prendere posto Carmen Consoli ha ritardato di poco l'ingresso sul palco. Non era una vittoria scontata, come si suol dire, benché i Paesi latini siano quelli più accoglienti rispetto alla musica italiana, anche grazie a una tradizione pop più classica.

20 brani in scaletta e un omaggio a Cuba

Eppure Carmen Consoli è riuscita nell'intento di tenere incollato alle sue canzoni un pubblico che ha potuto cantare con lei anche nella propria lingua: le canzoni, infatti, sono state eseguite in spagnolo. Anche fuori dall'Italia, poi, la cantante ha diviso il palco con il violino di Emilia Belfiore e il violoncello di Claudia della Gatta oltre a un'ospite speciale. Con loro, infatti, come fa sapere l'entourage della cantante, ha suonato anche la Camerata Romeu, prima orchestra di musica da camera tutta al femminile in America Latina, fondata da Zenaida Romeu. Sono stati 20 i brani in scaletta comprese le immancabili "Mio Zio", "Parole di Burro", "Pioggia d'aprile" e "L'ultimo bacio" a cui non poteva non aggiungersi anche un omaggio al Paese ospitante: sul palco, infatti, Carmen Consoli ha anche cantato "Vete de mi".

Le date del "Eco di Sirene – World Tour"

In una delle location principali di Cuba, quindi, la cantante ha dato il la nel migliore dei modi al suo tour americano che la vedrà esibirsi, nei prossimi giorni, anche a Santiago del Chile il 09 novembre, a New York l'11 novembre, a Boston il 13 novembre, a Miami il 16 novembre, a Los Angeles il 18 novembre, a San Francisco il 19 novembre.