27 Maggio 2013
11:16

Blowin’ in the wind di Bob Dylan compie 50 anni

Usciva 50 anni fa “The Freewhellin’ Bob Dylan”, secondo disco del cantautore che apriva con l’indimenticabile Blowin’ in the wind, canzone manifesto per i diritti civili.
Usciva 50 anni fa "The Freewhellin' Bob Dylan", secondo disco del cantautore che apriva con l'indimenticabile Blowin' in the wind, canzone manifesto per i diritti civili.

27 maggio 1963. Esce The freewheelin' Bob Dylan, un Bob Dylan a ruota libera per il suo secondo album ufficiale. Apriva quel disco incredibile Blowin' in the wind, una canzone che l'autore ha sempre detto di aver scritto in dieci minuti e che cantò davanti a Martin Luther King. Da quel momento divenne una pietra miliare, un must of, la bandiera e il manifesto dei diritti civili. Interpretata da Stevie Wonder, da Neil Young, da Marlene Dietrich, facente parte del repertorio di chiunque sia appassionato di chitarra, Blowin'in the wind si è ormai radicata nella cultura popolare come una canzone di protesta. Eppure lui ha sempre detto che non ha mai scritto canzoni di protesta, "è solo una canzone". L'album contiene altri grandissimi successi, come A Hard Rain's a-gonna Fall, che esamina le possibili conseguenze di un possibile conflitto nucleare e Masters of War, contro i fabbricanti di armi.

"Pretty Saro", un inedito di Bob Dylan a 40 anni dalla registrazione (VIDEO)
All'asta la mitica Stratocaster che Bob Dylan usò al Newport Folk Festival
All'asta la mitica Stratocaster che Bob Dylan usò al Newport Folk Festival
Perché Bob Dylan sarebbe un buon candidato al Nobel per la Letteratura
Perché Bob Dylan sarebbe un buon candidato al Nobel per la Letteratura
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni