Laura Pausini ritorna a parlare di Bibbiano, lo fa tenendo fede a quanto già chiarito lo scorso 20 luglio, invitando qualsiasi parte politica a non strumentalizzare le sue parole. Retwittando un post in cui Fiorella Mannoia rispondeva a Carlo Sibilia, sottosegretario del Ministero degli Interni, in cui veniva condivisa una immagine di Laura Pausini con le prime parole sul caso, la cantante ha ribadito la sua posizione: "Ho chiesto di non strumentalizzare le mie parole". 

La reazione di Laura Pausini

La reazione di Laura Pausini è stata, anche in questo caso, molto forte seppur soffrendo di un impatto virale molto inferiore rispetto al post originale, che ha scatenato un vero e proprio putiferio.

Ho chiesto di non strumentalizzare le mie parole che NON sono un messaggio politico. Come NON lo erano quelle dedicate ai bimbi morti nei barconi. Sto dalla parte dei bambini. Sempre. Grazie mille.

A chi le fa notare di aver insultato chi risulta solo indagato per abuso d'ufficio, lei replica:

Non è così, non ho insultato è accusato nessuno. Certo ho letto di tutto e di più su questo argomento e sono molto triste per questi bambini. Mi sento così come qusndo leggo dei bimbi morti sui barconi. Non se ne può più.

Fiorella Mannoia contro il M5S

Fiorella Mannoia ha invece ingaggiato una lunga discussione via Twitter con Carlo Sibilia, in merito al post in questione in cui vengono utilizzate le parole di Laura Pausini: "Lo vedete come fate? State strumentalizzando qualsiasi cosa per motivi politici.Cantanti,bambini..ma non vi vergognate?La faccenda di Bibbiano è grave e seria.Smettetela di strumentalizzarla, i bambini e le famiglie non lo meritano.Che sia fatta luce su questo schifo al più presto".