Chiara Biasi e Biagio Antonacci (Facebook).
in foto: Chiara Biasi e Biagio Antonacci (Facebook).

Si intitola "Fortuna che ci sei" il nuovo singolo di Biagio Antonacci, tratto dall'album "Dediche e manie", uscito lo scorso 10 novembre. Un brano importante, che oltre a promuovere il lavoro del cantautore di origine milanese fa aumentare la curiosità anche intorno al tour nei palazzetti di mezza Italia, che, al via dallo scorso dicembre, continuerà fino a metà febbraio nelle maggiori città d'Italia. Proprio per questo Antonacci ha scelto per il video della canzone una protagonista che non passa inosservata. Si tratta della blogger Chiara Biasi, conosciuta anche per essere la fidanzata del calciatore Simone Zaza, ex Juve e attualmente in forza al Valencia. Lo hanno annunciato insieme pubblicando sui loro canali social alcune immagini delle riprese del videoclip, ancora in fase di realizzazione.

"Grazie per aver scelto me e grazie a tutti i presenti sul set", ha scritto l'influencer su Instagram, riprendendo una scena del video di "Fortuna che ci sei", mentre Antonacci, da parte sua, ha sottolineato, sempre via social, quanto Chiara sia "raggiante e belle. Poi vi spieghiamo perché". Insomma, è un periodo d'oro per la Biasi, 26 anni, friulana di nascita ma milanese di adozione che con il suo blog ha raggiunto milioni di utenti e, ovviamente, il successo. Molto attiva nel mondo della moda, avendo lanciato una propria linea di occhiali e costumi da bagno, si è data anche al mondo della musica, annunciando la collaborazione con uno dei più grandi artisti della musica italiana contemporanea. Intanto, anche Antonacci può festeggiare: le ultime date del suo tour nei palasport sono sold out. Non resta, a questo punto, che aspettare l'uscita del videoclip.

Il significato di "Fortuna che ci sei" di Antonacci

"Fortuna che ci sei" è una ballata melodica, scritta da Biagio Antonacci in persona e arrangiata e prodotta insieme a Stefano De Maio e Placido Salamone. All’interno del brano è contenuta la frase che dà il titolo al disco, un’unione di parole che rappresenta alla perfezione l’artista: da un lato ci sono le sue canzoni, che dedica o che vengono dedicate a qualcuno; e  dall’altro le manie, che rappresentano la parte più istintiva del suo carattere. Il brano è stato pensato come una vera e propria dedica a una figura astratta che può essere rappresentata da una moglie, una madre, un’amica, che non ha ricevuto mai abbastanza e che meriterebbe di più.