Andrea Bocelli e Papa Francesco (Getty Images)
in foto: Andrea Bocelli e Papa Francesco (Getty Images)

C'è la conferma, anche il tenore italiano Andrea Bocelli sarà tra i protagonisti del concerto del Festival delle Famiglie di Croke Park a Dublino. L'artista italiano, una delle nostre voci più famose al mondo, infatti suonerà il 25 per Papa Francesco in quello che è uno degli eventi del World Meeting of Families 2018 che partirà il prossimo 21 agosto e culminerà con la visita del Papa in Irlanda il 25 e 26 agosto per un evento a cui, stando alle stime degli organizzatori, dovrebbero partecipare oltre 70 mila persone, come scrive la BBC che riporta anche le parole del tenore italiano, entusiasta di poter prendere parte al concerto.

Un privilegio per Bocelli

"Cantare prima di Papa Francesco è un privilegio per la nostra anima. È un onore per quello che il Santo Padre rappresenta nel mondo – ha detto Bocelli, stando a quanto riporta l'Irish Post -. Per l'indescrivibile fragilità umana, tipica dell'uomo medio quale io sono, mi dona enorme piacere e immensa soddisfazione avere ancora il privilegio di poter stare così a stretto contatto con una persona di tale importanza e grazia".

Famiglia costruzione forte della società

La BBC riporta anche altre parole del tenore che ha dichiarato: "È una gioia poter offrire il mio modesto contributo in occasione di questo appuntamento importante e momento di riflessione sulla famiglia". Il cantante, che non ha mai nascosto di essere cattolico ha aggiunto: "La famiglia resta la costruzione più forte della società, grappolo di affetto e uno spazio privilegiato in cui ognuno può insegnare e imparare, in ogni azione, come scegliere una vita che conduce al bene più grande".

Non è la prima volta per il Tenore

Non è la prima volta che il tenore italiano si esibisce per Papa Francesco anzi, più volte Bocelli ha potuto esibirsi sotto gli occhi attenti del Pontefice come in occasione del Meeting delle famiglie del 2015 che si tenne a Philadelphia. Oltre al cantante italiano si esibiranno anche Nathan Carter, Daniel O'Donnell, Moya Brennan, The Begley Family and The Priests.