video suggerito
video suggerito

Alessandro Casillo: “Nelle canzoni parlo di me e dell’amore vero” (VIDEO)

17 anni, due album alle spalle e la vittoria a Sanremo Giovani. Si presenta così Alessandro Casillo, uscito da qualche giorno col nuovo album “#Ale”, di cui il cantante ha parlato ai microfoni di Fanpage.
12 CONDIVISIONI
Immagine

Alessandro Casillo ha cominciato con un pianoforte e solo successivamente ha cominciato a cantare, senza, però, volerne fare il suo futuro. Almeno prima che il fratello, che vedeva in lui un enorme talento non lo ha iscritto a sua insaputa a "Io canto", il talent di Canale 5 dove Casillo si è distinto vincendo 8 puntate su 10 e ricevendo il premio della giuria tecnica guidata da Mogol. Proprio quell'esperienza lancia il ragazzo nel mondo della discografia italiana permettendogli prima di vincere, nel 2010, Sanremo Giovani con il brano “E’ vero (che ci sei)” e poi di presentare la sua musica su palchi importanti come quelli del Wind Music Awards (2011), degli MTV Awards (2012) e del Music Summer Festival (2013).

Il 21 gennaio scorso, poi, Alessandro Casillo è uscito col suo secondo album che si chiama "#Ale" (Carosello Records) e contiene "9 pezzi inediti di cui 8 parlano d'amore. Amori che o sono finiti oppure devono ancora venire" come dice il cantante ai microfoni di Fanpage che lo ha incontrato a Milano. Brani, che come si evince dal titolo, parlano proprio di sé, compresa la prima traccia ‘Qualcuno sentirà' che è "un messaggio per tutti i giovani. È quasi una lettera, speriamo che qualcuno ci sentirà il nostro grido" dice Casillo il quale l'amore lo canta e lo cerca: "Non c'è ancora una figura femminile, io la sto cercando, ci credo ancora e aspetterei anche per tutta la vita per cercare questo amore vero", continua .

Ma è sull'esperienza di "Io canto" che svela l'arcano, e la sua partecipazione involontaria: "ho fatto il provino, mi hanno preso subito e c'ero rimasto anche un po' male, perché io non volevo andare e invece, poi, è stata la cosa migliore". Alessandro ha 17 anni e in questo album si notano le influenze del mondo pop internazionale, ispirato a Timberlake, Rihanna etc senza perdere d'occhio quelli che sono i suoi riferimenti in patria, come Laura Pausini, Raf, Eros Ramazzotti e Tiziano Ferro.

La produzione esecutiva del disco è di Gabriele Parisi, che di Alessandro è anche il manager mentre la produzione artistica dell’album è affidata a Gianluigi Fazio sotto la supervisione di Luca Chiaravalli. Da pochi giorni, inoltre è uscito il secondo singolo tratto dall'album, ovvero "Ci credo ancora", girato a Parigi da Federico Fred Cangianiello. La tracklist completa dell'album è: “Qualcuno sentirà” “Niente da perdere”, “L’amore secondo Sara”, “Ci credo ancora”, “Tutto il mondo parla di noi”, “Perso”, “Quello che conta”, “Fuoco nell’Antartide”, “Parlo io”.

Intervista, riprese e montaggio: Sacha Biazzo.

12 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views