Michel Legrand (Getty Images)
in foto: Michel Legrand (Getty Images)

Il compositore francese Michel Legrand, noto per le sue colonne sonore, per cui ha vinto tre Oscar, è morto all'età di 86 anni: È con enorme tristezza che annunciamo la morte del nostro amico e artista Michel Legrand che ci ha lasciati, pacificamente, sabato 26 gennaio – si legge in una nota ufficiale diramata dal suo manager -. Ha cambiato il significato della musica nei film con il suo senso del ritmo e la sua assoluta passione per la vita". Legrand è uno dei compositori più noti, anche grazie ai tre Oscar vinti, il primo per la miglior canzone con "The Windmills of Your Mind" tratta da "Il caso Thomas Crown" (1969), mentre le altre due statuette sono stata assegnate per la miglior colonna sonora per i film "Quell'estate del '42" (1972) e "Yentl" (1984). Tra le sue tante composizioni da segnalare ci sono anche quelle per "Les Parapluies de Cherbourg" film del 1964 diretto Jacques Demy con Catherine Deneuve che si guadagnò, unico nella storia, nomination per tutte le categorie musicali per uno stesso film

Per Legrand sono state tredici le candidature totali nella sua vita, ma gli Oscar non sono l'unico premio ricevuto dal compositore che ha una carriera prolifica alle spalle grazie alla sua attività nei diversi campi della musica, dalla composizione, appunto, all'arrangiamento e la registrazione di album, la conduzione di orchestre e il suo lavoro come pianista jazz che lo ha portato a collaborare con alcuni dei più grandi artisti della storia, da Miles Davis, John Coltrane a Bill Evans, registrando anche con Stan Getz, Stephane Grappelli e Oscar Peterson, tra gli altri.

Come riporta Variety, a proposito della varietà dei suoi lavori, una volta disse: "Non mi sono mai seduto su una sola disciplina, amo condurre, suonare, cantare, scrivere in tutti i generi. Per questo posso affrontare tutto, ma non un po' di tutto, anzi l'opposto. Faccio tutte queste attività allo stesso momento, seriamente, sinceramente e con estremo impegno". Legrand, inoltre, vinse anche cinque Grammy Award compreso quello per la migliore canzone, nel 1972, con "The Summer Knows".

Il compositore non si fermava mai, l'ultimo concerto l'aveva tenuto lo scorso mese, ma continuava a comporre e ad esercitarsi ogni giorno, nonostente le difficoltà dovute all'età. A ricordarlo sono stati in tanti, compreso il Presidente francese Emmanuel Macron che ha espresso le sue condoglianze alla moglie e al figlio, definendolo "infaticabile genio".