Achille Lauro continua a stravolgere e sconvolgere. L'ultimo travestimento è quello di Gesù. Un quadro affascinante per un breve teaser su Instagram, un video (quello di "Me ne frego?") che anticipa il nuovo tour. Lui è il figlio di Dio, Elena D'Amario è la Madonna (o è Maria Maddalena?) che lo tiene a sé. Ai piedi c'è un lupo: "Il mio tempo è compiuto. Quello che sono stato non sarò più. Quello che ero morirà con me". 

Il messaggio di Achille Lauro

"Tutti in piedi per il nuovo Messia". È questa più o meno l'accoglienza social per Achille Lauro, reduce da un importante Festival di Sanremo. Achille Lauro vestito da Gesù era stata una voce circolata nei giorni del Festival. Rumors, poi non confermati, davano come possibile outfit di una delle quattro serate proprio quello di Gesù Cristo. Tra i capi presentati al Festival, tutti Gucci: una tutina aderente in riferimento al dipinto di San Francesco di Giotto, un abito semi-trasparente e copricapo piumato ispirato alla Marchesa Luisa Casati, un abito regale con parrucca e perle in viso in riferimento alla Regina Elisabetta I d'Inghilterra e un vestito verde ripreso da Ziggy Stardust, alter-ego artistico di David Bowie.

Il mio tempo è compiuto. Quello che sono stato non sarò più. Quello che ero morirà con me.
Ho vissuto chiedendo aiuto attraverso le mie preghiere.
Le mie preghiere sono diventate poesie.
Le mie poesie sono diventate canzoni.
Le mie canzoni sono diventate opere che, come passi di un vangelo, inneggiano all’essere liberi.
Non è più tempo di sopravvivere come una volta.
È tempo di morire ora per rinascere in una nuova identità.
Il mio alter ego o il mio vero Io.
Il mio peggior nemico.
Il mio miglior amico.
Colui che già una volta mi ha chiesto aiuto.
Colui nel quale invece ho trovato la mia salvezza.
Oggi rinasce con me.
Gli ho fatto una croce in fronte perché dio è stato buono con noi.
L’ho ricoperto di glitter, perché tornasse a splendere di luce propria.
Gli ho ripetuto quelle vecchie parole:
“Dio disse: è il momento di risorgere su questo palco’”.

“Il mio tempo è compiuto. Quello che sono stato non sarò più. Quello che ero morirà con me. Ho vissuto chiedendo aiuto attraverso le mie preghiere. Le mie preghiere sono diventate poesie. Le mie poesie sono diventate canzoni. Le mie canzoni sono diventate opere che, come passi di un vangelo, inneggiano all’essere liberi. Non è più tempo di sopravvivere come una volta. È tempo di morire ora per rinascere in una nuova identità. Il mio alter ego o il mio vero Io. Il mio peggior nemico. Il mio miglior amico. Colui che già una volta mi ha chiesto aiuto. Colui nel quale invece ho trovato la mia salvezza. Oggi rinasce con me. Gli ho fatto una croce in fronte perché dio è stato buono con noi. L’ho ricoperto di glitter, perché tornasse a splendere di luce propria. Gli ho ripetuto quelle vecchie parole: “Dio disse: è il momento di risorgere su questo palco’”. ACHILLE IDOL – IMMORTALE. IL TOUR. DOMANI. H16

A post shared by ACHILLE LAURO (@achilleidol) on