La Sony e Achille Lauro hanno trovato un accordo economico per la rescissione del contratto tra le parti. L'intesa è stata raggiunta dopo che qualche settimana fa si era arrivati a un braccio di ferro tra l'etichetta e l'artista a causa della firma di quest'ultimo con la Elektra Records / Warner Music Italy per cui era stato nominato Chief Creative Director, facendone il primo artista italiano ad avere un ruolo creativo in una music company multinazionale. Una firma importante per il cantante, reduce dal successo di pubblico al Festival di Sanremo, ma che aveva portato con sé non poche polemiche, soprattutto per un'intesa non ancora risolta con la sua etichetta.

La nota della Sony: accordo raggiunto

Con una nota legale congiunta, la Sony e Lauro comunicano di aver trovato un accordo, facendo riferimento anche al momento delicato che il settore sta attraversando: "In questo periodo estremamente delicato per le attività culturali, e più specificatamente per il mondo della musica, un segnale positivo arriva a tacitare una querelle di cui si è sentito parlare nei giorni scorsi. La De Marinis srl e la Sony Music Entertainment Italy spa hanno raggiunto un’intesa che soddisfa entrambe le parti e pone fine all’accordo discografico di licenza per le opere musicali dell’artista Achille Lauro. È stato sottoscritto un accordo transattivo curato dai legali delle rispettive società in cui sono stati chiariti tutti i punti che regolamentano la fine del rapporto anche dal punto di vista economico. Soddisfazione da entrambe le parti tra le quali, comunque, non si escludono futuri e nuovi rapporti di collaborazione".

Il braccio di ferro tra Lauro e l'etichetta

Insomma, le parti si lasciano, almeno su carta con un sorriso e una stretta di mano, lasciando anche aperte le porte a una possibile futura collaborazione. Per Lauro, quindi, comincia ufficialmente senza problemi la nuova avventura per cui aveva dichiarato: "Trovo somiglianze tra la nascita di questa etichetta e i miei primi passi nel settore discografico, quando, come i fondatori della Elektra Records, ho investito i miei pochi risparmi nella produzione dei miei album". Pochi minuti dopo l'annuncio la Sony aveva, però, inviato una nota in cui si specificava che il cantante aveva "in essere un contratto di esclusiva con Sony Music per ogni sua pubblicazione discografica", a cui era seguita una nota dell'artista in cui si specificava che "Achille Lauro non ha alcun contratto diretto con Sony Music bensì era concesso in licenza dalla De Marinis s.r.l. Non essendo un artista in cast, era tenuto solo a licenziare dischi". C'è voluta qualche settimana, ma alla fine l'accordo è stato raggiunto.