video suggerito
video suggerito

1D vs The Who: Best Song Ever plagio di Baba O’Riley. Directioners furiosi

Ennesima crociata su twitter per le sostenitrici e i sostenitori dei One Directione, questa volta schierati contro chi ha sostenuto, negli scorsi giorni, che “Best Song Ever” fosse troppo simile alla canzone celebre degli Who, specie nell’attacco. Si mette in moto l’esercito dei directioners,ma a sedare la questione è il leader degli Who, che dice: “A me i One Direction piacciono”.
A cura di Andrea Parrella
19 CONDIVISIONI
Immagine

Manco a dirlo i One Direction possono fare nulla, ma alla minima avvisaglia, al minimo sgarro, un mare di fan ci sommergerà. La questione è la seguente, e pare pure superfluo stare ad evidenziarla per due motivi controversi, che dopo enunceremo. L'accusa ai One Directione era la solita, reiterata, di un presunto plagio. Messi sullo stesso piano dei The Who sono stati accusa di aver copiato la storica Baba O'Riley e di averlo fatto con la loro ultima hit (titolo che in verità le classifiche tenderebbero a smentire, visti gli scarsi risultati in classifica) Best Song Ever. La prova è semplice: prendendo le due canzoni e ascoltandole si percepirà una certa somiglianza negli attacchi e tra l'altro sappiamo come l'attacco della canzone degli Who significhi la canzone intera. Lanciata l'accusa si è ovviamente scatenato un effetto domino su Twitter, con le directioners di tutto il mondo schierate in difesa dei loro beniamini: #donttouchBestSongEver. Il tutto enfatizzato dalla voce circolante secondo la quale lo stesso gruppo simbolo del Rock ‘n roll avesse chiesto di ritirare la canzone dal mercato.

Tutto falso, chiaramente. A dimostrazione di ciò giunge proprio una dichiarazione meravigliosa quanto anomala del leader degli Who Pete Townsend, che getta acqua sul fuoco conscio dell'inutilità di tutta la querelle: "No! Mi piace il singolo. Mi piacciono gli One Direction. Gli accordi che ho usato io e quelli che hanno usato loro sono gli stessi tre che abbiamo da sempre utilizzato nella musica pop da quando Buddy Holly, Eddie Cochran e Chuck Berry hanno dimostrato che gli accordi impegnati non significano grandi canzoni – non sempre almeno. Sto ancora scrivendo canzoni che somigliano a Baba O’Riley, o almeno ci provo!". Cosa si può lasciar detto in calce? I due motivi di cui sopra: che sì, in fondo gli attacchi sono molto simili, come il nostro video vi aiuterà a capire, ma che da una parte la musica pop in quanto tale continuerà a ripetersi in maniera ostinata e contraria, perché in fondo gli accordi sono quelli; ma soprattutto perché la questione lascia il tempo che trova: se pure fosse vero che gli appassionati directioner non hanno gusto e conoscenza per apprezzare gli Who, si tratta ugualmente di ascoltatori che quell'attacco "identico" l'hanno apprezzato, per quanto collocato in un altro contesto. Non sia mai che questa spinta, ammesso che non venga demonizzata, non possa fungere da stimolo all'ascolto di Baba O'Riley per tutti quelli che non la conoscevano ancora. Il resto della discussione è questione meramente legale.

19 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views