Un duetto eccezionale quello tra Iva Zanicchi e Papa Francesco nel brano “Nostro padre – Padre nostro”, disponibile da oggi online. Si tratta del rifacimento della preghiera più antica del cristianesimo, che l’aquila di Ligonchio mette in musica con la collaborazione speciale del pontefice e capo della chiesa. Si tratta di un brano che sarà inserito all’interno della raccolta “Padre nostro” distribuita dalla Universal e prodotta da Lungomare e che sarà distribuita a partire da aprile. Il brano al quale partecipa anche Papa Francesco sarà presentato per la prima volta domani 22 aprile in tv a “I fatti vostri” e il 27 aprile a “La vita in diretta”.

La raccolta conterrà tutti i brani più belli che prendono spunto dalle preghiere della tradizione. Non ci sarà solo la Zanicchi tra le voci presenti nel disco. Insieme a lei canteranno artisti quali Franco Battiato, Angelo Branduardi, Heron Borelli, Ilaria Deangelis, Kelly Joyce, Madredeus, Luca Maggiore, Marco Manca, Simone Sibillano e Gino Vannelli. Nove tracce della raccolta provengono dal musical “Il primo Papa”, un’opera che racconta la storia di San Pietro narrata da Gesù. A firmare le musiche sono stati Tony Labriola – produttore di musical quali “La sirenetta” e “Il libro della giungla” – e Stefano Govoni. Grande attenzione e particolare cura sono stati riservati al brano "Never Terrorism Never War", un inno alla pace nel mondo cantato a più voci. Cinque canzoni provengono poi dall’album di Angelo Branduardi "L'infinitamente piccolo. Le vie dei pellegrinaggi" realizzato nel 2000 in occasione del Giubileo.

Ma è il brano al quale ha partecipato Papa Francesco con una parte recitata a destare la curiosità maggiore. Si tratta di un omaggio del pontefice in vista di un’iniziativa che, attraverso la musica, tenta di portare la fede anche in ambiti che non siano strettamente legati alla vita ecclesiastica e spirituale.