Sarà il compositore francese Louis Sclavis l'artista a cui quest'anno il Pomigliano Jazz festival darà carta bianca, come ormai avviene da qualche anno a questa parte. Sclavis presenterà, dall'1 al 3 settembre, tre produzioni originali nel Parco Nazionale del Vesuvio, dando il la al festival che quest'anno sarà diviso in due momenti, con una prima parte itinerante a settembre – tra l’1 e il 9, nei comuni del vesuviano e dell’alto nolano – e una seconda parte a ottobre, nella città che ha dato i natali al festival nel 1996, Pomigliano d’Arco. Quest'anno, quindi, il PJF ha deciso di conferire al musicista francese quello che è "è un riconoscimento simbolico che annualmente viene conferito ad un musicista internazionale che ha così l’opportunità di realizzare concerti e performance in esclusiva, creati ad hoc per il festival diretto da Onofrio Piccolo, con la massima libertà espressiva". Negli anni passati il ruolo era toccato a Enzo Avitabile nel 2016 e Matthew Herbert nel 2017.

Il concerto del 1 settembre

Si partirà sabato 1 settembre quando sulla vetta del Vesuvio Sclavis si esibirà assieme al violoncellista parigino Vincent Courtois nel progetto che prende ispirazione sia dall'ultimo lavoro assieme a Dominique Pifarély, “Asian Fields Variations” sia “Napoli’s Walls” (ECM – 2003), vivace meditazione sulla città di Napoli, la cui traccia finale è proprio un omaggio al vyulcano campano. Gli organizzatori fanno sapere che "L’inizio del concerto è previsto per le ore 18, ma gli spettatori dovranno arrivare entro le ore 16.30 al piazzale quota mille di Ercolano per la risalita a piedi verso il cratere del Gran Cono, con le guide vulcanologiche. Al concerto si assiste seduti a terra, con l’ausilio di cuscini. Equipaggiamento consigliato: indumenti comodi, scarpe sportive o da trekking, cappellino, k-way. L’escursione in salita è di media difficoltà".

Il concerto del 2 settembre

Il 2 settembre, poi, Sclavis si esibirà in quartetto sui Conetti vulcanici del Carcavone – bocche vulcaniche situate sul versante settentrionale del Monte Somma, nel comune di Pollena Trocchia – con il progetto "Characters On A Wall", in cui accompagnato da Benjamin Moussay al pianoforte, Sarah Murcia al contrabbasso e François Mervillle alla batteria, Sclavis riproporrà il suo viaggio tra musica, arte e letteratura ispirato alla street art di Ernest Pignon-Ernest. Anche per questo concerto gli organizzatori danno alcune informazioni utili: "L’inizio del concerto è previsto per le ore 18, ma gli spettatori dovranno arrivare entro le ore 16.30 per effettuare la visita guidata al sito naturalistico dei Conetti vulcanici. Al concerto si assiste seduti a terra, con l’ausilio di cuscini, dopo una breve escursione lungo il sentiero che conduce al primo Conetto. Equipaggiamento consigliato: indumenti comodi, scarpe sportive o da trekking".

Il concerto del 3 settembre

L'ultimo appuntamento è il 3 settembre, quando a partire dalle 20.30 al Palazzo Mediceo di Ottaviano (sede dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio), lungo le pendici orientali del massiccio montuoso del Somma-Vesuvio, sarà la volta di un trio inedito: Louis Sclavis dialogherà con due tra i più interessanti jazzisti italiani dell’ultimo decennio, Francesco Bearzatti (sassofono tenore e clarinetto) e Giovanni Guidi (pianoforte). I biglietti per assistere ai concerti di Louis Sclavis al festival Pomigliano Jazz in Campania sono in vendita sul circuito TicketOnLine – Azzurro Service (tel. 081 5934001) e nei principali punti vendita della regione. Sarà possibile acquistare anche l’abbonamento ai due concerti a pagamento al costo di 27 Euro + diritti di prevendita.

Annunciato concerto speciale dei Baustelle

Intanto il Pomigliano Jazz Festival ha anche annunciato un altro appuntamento che farà contenti gli amanti della musica italiana, visto che i protagonisti saranno i Baustelle, la band italiana formata da Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi e Claudio Brasini che in questi ulti i anni ha segnato la strada del pop italiano. Il gruppo di Montepulciano che quest'anno è uscito con "L'amore e la violenza – Vol. 2" (il primo capitolo era del 2016) si esibirà in una serata speciale, pensata per la rassegna campana, che li vedrà protagonisti assieme all'Orchestra Napoletana di Jazz. L'appuntamento è per mercoledì 5 settembre alle ore 20.30 all’Anfiteatro romano di Avella quando Baustelle e l'orchestra diretta da Mario Raja dialogheranno in alcuni momenti del concerto, riarrangiando alcuni brani del loro repertorio con l’ausilio di una intera sezione di fiati, riproponendo oltre ai brani degli ultimi due album anche rivisitazioni di “Le rane”, “La guerra è finita” o “Il Minotauro di Borges”. Sul palco, oltre a Francesco Bianconi (voce, chitarre, tastiere), Claudio Brasini (chitarre) e Rachele Bastreghi (voce, tastiere, percussioni), ci saranno Ettore Bianconi (elettronica e tastiere), Sebastiano de Gennaro (percussioni), Alessandro Maiorino (basso), Diego Palazzo (tastiere e chitarre), Andrea Faccioli (chitarre). I biglietti per assistere al concerto sono in vendita al costo di 25 Euro + prevendita (platea) e 20 Euro + prevendita (galleria) sul circuito TicketOnLine – Azzurro Service (tel. 081 5934001) e nei principali punti vendita della regione Campania.